Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 09 Agosto 2020 - ore 16:00

EXPORT

L'Unione europea è il primo esportatore mondiale di food & beverage

L'Unione europea è il primo esportatore mondiale di food & beverage

La Comunità è in testa al commercio agroalimentare mondiale: lo afferma, in uno studio, la Commissione, che conferma la leadership dell’area nell...


Occhiali da sole italiani nel mondo: 3,7 mld di export in un anno

Occhiali da sole italiani nel mondo: 3,7 mld di export in un anno

I primi mercati sono Usa, Francia, Regno Unito e Germania, mentre è boom nel 2018 verso Hong Kong, Svizzera e Svezia. Nel 2019 spetta al Veneto i...


Asdomar: quando il core business non delocalizza

Asdomar: quando il core business non delocalizza

Giovanni Battista Valsecchi, Direttore generale del gruppo ligure, è giustamente orgoglioso del proprio prodotto, che punta decisamente verso la ...


Inalpi scala il mercato in Italia e all’estero

Ambrogio Invernizzi: "Inalpi raggiunge una quarantina di Paesi nel mondo, per un rapporto export/fatturato intorno al 50 per cento. Le nazioni chiave sono i principali bacini europei, come Francia e Germania. Le aree più dinamiche sono invece quelle asiatiche, a partire da Cina e Corea".


Scompare a 91 anni l'imprenditore Giovanni Ferrari

Imprenditore capace e visionario, a 25 anni, negli anni Sessanta, Ferrari prende la guida dell'impresa di famiglia e, indovinando e cogliendo le opportunità della distribuzione moderna, trasforma un piccolo caseificio, nel cuore della pianura padana, in un'industria nuova e all'avanguardia. Dalla sua esperienza in camp...


Lindt, una semestrale in piena dolcezza

Gli ottimi risultati ottenuto da gennaio a giugno 2019, con una crescita organica del 6,2%, confermano una previsione di crescita, a fine anno, fra i 5 e i 7 punti. In Italia il gruppo sta ristrutturando il polo di Induno Olona, vicino a Varese, un impianto che esporta oltre il 70% di quello che produce.


Gruppo De Nigris: la qualità non tollera i luoghi comuni

Sinonimo di balsamico, ma anche di molti altri prodotti, fortemente presente in Gdo, ma interessatissimo a svilupparsi anche nella ristorazione, antico ma estremente innovativo, marchio industriale ma anche partner della distribuzione per le Mdd: questo è il mondo di De Nigris, una realtà sempre pronta a rompere gli sc...


Asiago Dop: export a +6,4% da gennaio ad aprile 2019

Ottimi risultati nei primi quattro mesi del 2019 per l’export dell’Asiago Dop che cresce, rispetto agli stessi mesi del 2018, del 6,4% confermando il primato degli Stati Uniti e segnando buone performace nel Regno Unito, in Messico e Brasile. Prospettive positive si aprono a Singapore.


Progressio prende il controllo di Damiano, re della frutta secca bio

Damiano conta una vasta gamma di referenze, destinate all'industria della trasformazione alimentare, alle catene specializzate e alla Gdo, per un fatturato di 45 milioni di euro. Lo sviluppo è concentrato prevalentemente sui mercati esteri di riferimento, come Usa, Francia e Germania, dove il gruppo realizza oltre l’80...


Vola l'export agroalimentare, ma preoccupano i dazi Usa

Il cumulato di gennaio-maggio 2019 raggiunge 15 miliardi di euro. Negli Stati Uniti gli acquisti di italian food registrano un +13,7%, ma l'orientamento dell'amministrazione Trump getta una grave ombra sul futuro dell'export Made in Italy.


D'Amico consolida i propri canali commerciali

D&D Italia, dopo l'acquisizione dei marchi Robo e Dega, fa rotta su ingrosso e Horeca, ma non dimentica certo la Gdo, verso la quale è garanzia di presidio nella fascia premium. Parola della Marketing Manager, Maria D'Amico.


L'export agroalimentare vola, ma preoccupano i dazi Usa

Il cumulato di gennaio-maggio 2019 raggiunge 15 miliardi di euro. Negli States gli acquisti di Italian food macinano un +13,7%, ma l'orientamento dell'amministrazione Trump getta una grave ombra sul futuro.


Quercetti: forte crescita in Asia e riposizionamento online in Europa

Attiva da 70 anni nel settore dei giocattoli, l'azienda torinese ha avuto ottime performance in Oriente. In Giappone, in particolare, ha siglato un accordo con Bornelund, un retailer che ha saputo svecchiare il negozio di giocattoli grazie a un concept innovativo.


Fratelli Beretta, un presidio senza confini

Con un fatturato di 830 milioni di euro il colosso brianzolo è impegnato praticamente in tutti i segmenti dei salumi, oltre che nei piatti pronti, dove vanta un'alleanza con Fleury Michon. La quota estera tocca il 43% dei ricavi. E il gruppo, spiega il Direttore commerciale, Lorenzo Beretta, è anche rientrato nella zoo...