Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 18 Settembre 2020 - ore 17:30

NON-FOOD

Il negozio più giusto per la fase due

Il negozio più giusto per la fase due

La presenza su strade di grande passaggio non sarà più tanto necessaria e saranno privilegiati, se mai, marciapiedi ampi per le manovre dei rider...


Marca 2020 destina un intero padiglione al non alimentare

Marca 2020 destina un intero padiglione al non alimentare

Il non food sarà rappresentato da oltre 100 operatori dei settori della cura della persona e della cura della casa, per un totale di oltre 50 cat...


Dollar Tree rivoluziona Family Dollar e alza i prezzi

Dollar Tree rivoluziona Family Dollar e alza i prezzi

L'acquisto del concorrente non ha dato i risultati sperati. Così il gruppo di Chesapeake ha varato un piano di tagli e riposizionamenti che coinv...


I centri commerciali inglesi rischiano l'abbandono

In Gran Bretagna circa 200 shopping center potrebbero essere costretti al fallimento, se i rispettivi proprietari non saranno in grado di immettere nuove risorse e di impegnarsi in azioni di risanamento edilizio e di rinnovo dell’offerta.


Non alimentare, una frenata in scioltezza

La nuova edizione dell’Osservatorio Non Food di GS1 Italy registra, per il terzo anno consecutivo, un dato favorevole, che, seppure sia il più basso del triennio, rispecchia il miglioramento del clima di fiducia e il ritorno al processo di sostituzione di alcuni beni con modelli contrassegnati da design e tecnologie in...


Milano attende un mini mall non alimentare in Corso Buenos Aires

Le 'Corti di Baires', insediamento commerciale della capitale lombarda, sono rimaste a lungo sfitte e in uno stato di abbandono. Ma oggi il nuovo proprietario, il fondo inglese Mayer Bergman, sta pianificandone il rilancio.


GS1 Italy: i grandi specialisti vincono nel non food

I 13 settori monitorati dall'Osservatorio 2017 sono quasi tutti in positivo, a parte l'abbigliamento e le scarpe. In crescita gli altri, ma l'evoluzione è più moderata, sia nel quinquennio, sia nell'arco di 10 anni. In questo panorama spiccano le Gss, che non temono il commercio elettronico, mentre l'ipermercato perde.


Annuario Plma: i Mdd avanzano in Europa e in Italia

Nel 2016 la quota di mercato, nonostante le differenze, ha dato spunti interessanti soprattutto in Germania, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Polonia, Austria e Scandinavia. Si conferma però il divario fra il Nord e il Sud del Continente.


Saldi invernali: spenderemo il 5 per cento in meno del 2016

Partono oggi, 2 gennaio, i saldi invernali in alcune regioni del Sud Italia - Campagna, Basilicata e Sicilia – mentre gli altri dovranno pazientare ancora qualche giorno, fino a giovedì 5 gennaio. Secondo Codacons Il budget medio nazionale scenderà a una media di 175 euro a famiglia e meno di un cittadino su due (il 45...


Saldi: la partenza è fiacca, ma è presto per un bilancio

La prima settimana di saldi estivi è passata. Anche se le fonti avvertono che saranno i prossimi week end il vero banco di prova, le prime notizie non sembrano confortanti. Alcuni parlano di “saldi della speranza”.


Consumi: previsioni da rifare nell'epoca del dopo Brexit?

Settimana di consuntivi e pronostici. Ma l’imprevista vittoria del ‘leave' pone seri interrogativi sulla domanda interna e soprattutto su quella estera.


Media World compie 25 anni e annuncia la nuova strategia

Joachim Rosges, ceo di Mediamarket, parlando con i giornalisti ha illustrato le nuove linee dell'azienda: immagine completamente rinnovata per i punti di vendita, enfasi crescente sulla tecnologia e sull'omnicanalità. Infatti il consumatore non separa più il canale fisico da quello virtuale, ma esige un'esperienza senz...


Mercatone Uno riaprirà dieci punti vendita

Sul tavolo dei tre commissari straordinari sono arrivate 53 manifestazioni di interesse. La prima conseguenza, prevista per l'autunno, è il riavvio dell'attività a Roma, Pombia (Novara), Carrè (Vicenza) e Tavernerio (Como). Altri 6 re opening sono dati per sicuri.


Istat: un carrello stabile e a misura di discount

Il Rapporto Istat sulla spesa delle famiglie, totalmente rinnovato nell'edizione rilasciata ieri, 8 luglio, indica che gli italiani, nel 2014, hanno mantenuto costanti le spese per beni e servizi. Tuttavia il mix dei canali distributivi e dei prodotti è cambiato negli ultimi 4 anni: ecco come.