Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 08 Maggio 2021 - ore 16:00

PRIMO PIANO

Nel 2007 Sisa balla da sola

Dopo l’annunciato scioglimento di Mecades il consiglio di amministrazione di Sisa - che prevede di chiudere l’esercizio 2006 con un fatturato di 4.010 milioni di euro - ha deciso all’unanimità di affrontare da solo la prossima stagione contrattualistica ridefinendo le regole e puntando al consolidamento del business.


Iri lancia la sfida con Census

Più qualità nelle informazioni di mercato, più facilità di lettura e utilizzo. Con queste premesse Iri ha presentato nei giorni scorsi Infoscan Census, definito dagli stessi rappresentanti della società di ricerche “un nuovo standard nel retail tracking”.


Dal 14 al 22 equo e solidale per tutti

Tremila punti vendita della grande distribuzione organizzata e del dettaglio biologico, cinquanta ristoranti self-service, centinaia di bar e persino le macchinette della distribuzione automatica sono coinvolti nella terza edizione della settimana per il commercio equo e solidale “Io faccio la spesa giusta”.


Furti nei supermercati europei: spariti oltre 29 miliardi di euro

Ammontano a 29 miliardi, 2.618 milioni nella sola Italia, gli ammanchi dovuti a errori, furti, danni e taccheggi, che in Europa hanno appesantito il comparto del retail negli ultimi dodici mesi.


Centrali d’acquisto: Interdis e Conad pronte all’alleanza

Tourbillon di alleanze tra le catene della grande distribuzione per dar vita a nuove centrali d’acquisto. Sono sempre più forti i rumor che vogliono una alleanza tra Interdis e Conad; quest’ultimo in Europa è partner di riferimento della centrale Coopernic (96 miliardi di fatturato) insieme con il gigante transalpino L...


E’ diaspora per Mecades

A un decennio dalla sua costituzione, originata dall’accordo di acquisto siglato da Metro, Carrefour e Despar Italia, le imprese distributive aderenti all’attuale compagine di Mecades – Aspiag, Interdis, Metro e Sisa - gettano la spugna e non rinnovano l’accordo commerciale.


Cresce la spesa nei discount

Gli incassi dei punti vendita low cost, nell'anno terminato a maggio 2006, sono aumentati del 7,2%. Il loro giro d'affari è coperto per il 60% da sei gruppi. Nell'immediato futuro si prospetta una crescita del canale e una concorrenza sempre più agguerrita da parte dei supermercati.


Cibo confezionato, ecco la nuova spesa. Più comodo e più caro: scelto da 7 su 10

Un sacchetto per tutti i gusti. Insalate, spinaci, minestroni. Oppure vaschette: polli, spiedini, salumi, tortellini. Un’orgia di cibi impreziositi dal packaging attivo, che permette di stivarli in frigo per giorni, settimane (magari un mese).


Alleanza tra i big del gusto

“E’ l’inizio della riscossa dell’alimentare made in Italy sui mercati internazionali, finora abbiamo subito ora passiamo al contrattacco, ma con un’azione corale, di sistema, mettendo insieme le energie delle grandi marche nazionali che faranno da modello e traino per le imprese minori.”


Interscambio pallet alla prova “efficienza”

Più di un milione e mezzo di pallet “dispersi” ogni anno nel processo di distribuzione dei prodotti. A tanto ammonta il “buco” che le aziende dell’industria e della distribuzione si trovano ad affrontare.


Primavera record per iper e super

Aria di ripresa nei supermercati e ipermercati italiani. Almeno stando ai dati resi noti oggi da Unioncamere e relativi a maggio-giugno 2006.


La gdo frena gli investimenti nel settore biologico

Da un paio d’anni la grande distribuzione investe meno nel settore biologico, ma il fatturato rimane stabile a quota 320 milioni di euro.


Per i consumi sarà un settembre nero

Che cosa ci aspetta nel prossimo futuro? Sarà un autunno caldo, amaro, pieno di insidie e di ostacoli come quello degli ultimi anni, o , finalmente, la locomotiva Italia riprenderà a muoversi, seppur lentamente? L'Osservatorio Censis-Confcommercio ha tracciato il primo bilancio, e non c'è proprio da stare allegri.


Firenze: la spesa meno cara d’Italia

Dall’annuale mappa della convenienza, giunta alla sua diciottesima edizione, stilata da Altroconsumo su supermercati, ipermercati e hard discount di tutta Italia, è emerso che Firenze è la città dove fare la spesa costa meno.