Loading...
Aggiornato al: 14 Dicembre 2019 16:00
Spot News
I MOBILI FRIGORIFERI ARNEG NEL NUOVO SUPERSTORE GRANDUINO

Quasi a voler sottolineare la propria vocazione di rappresentare il più importante polo commerciale del bacino occidentale della città di Trieste con la sua  superficie netta di vendita di 2.400 metri quadrati. All’interno dell’ampia galleria sono stati previsti oltre alla caffetteria, una parafarmacia ed un importante punto informativo dedicato ai soci delle Coop per la gestione di nuovi servizi e la promozione del territorio.

Ruolo significativo nella progettazione di un “Superstore” spetta al raggiungimento di una agevole “lettura” da parte della clientela e con esso tutte le strategie utili a garantire una semplice fruizione e un'efficace correlazione delle diverse aree.
Il progetto di Retail Design, ideato da Luciano Roznik (Studio AllWays di Pordenone) è stato efficacemente  coordinato da Leonardo Reginato e Massimo Tommasi della Ma&Max di Padova. Un sodalizio collaudato, che rappresenta ormai da anni un punto di riferimento nazionale nella progettazione e gestione di interventi in strutture commerciali specializzate.

l visitatore è accolto già dall’ingresso da due comodi “tapis roulant” e particolare cura è stata riservata agli ampi spazi per il parcheggio con la possibilità perfino di ricaricare le automobili elettriche. GranDuino è un supermercato di grande impatto e innovazione e rivoluzionano l'esperienza di fare la spesa.Un'attenta e ricercata architettura fa da cornice al tutto.


Gli impianti di refrigerazione, progettati e installati da ARNEG,
sono all’avanguardia per il loro “basso impatto ambientale” e sono stati pensati per rispettare gli obiettivi di un investimento eco-sostenibile.

Sono stati utilizzati Fluidi frigorigeni con i più bassi  valori di GWP (Global Warming Potential) proprio per ridurre al minimo i danni causati dall’effetto serra. R134a in Temperatura Normale e C02  (anidride carnonica) in Bassa Temperatura
Considerando la quantità di gas caricato nell’impianto e la relativa vita si può stimare un impatto ambientale ridotto di 41 tonnellate di C02 l’anno, l’equivalente di quanto possono assorbire 1780 alberi.

E’ stato realizzato un impianto in cascata in cui la C02 compie un ciclo subcritico e alimenta le utenze di bassa temperatura mentre il R134a garantisce il funzionamento della C02 e delle utenze asservite alla temperatura normale.

Ad aumentare l’efficienza dell’impianto un sistema di recupero di calore in grado di garantire mediamente dai 1.500 ai 4.500 kWh/mese per la produzione di acqua calda sanitaria (t = 50 °C).
E un impianto di sottoraffreddamento ad aria che garantisce un aumento di efficienza tramite l’utilizzo di aria ambiente.
Entrambe le macchine frigorifere sono fornite di un inverter su un compressore e ventilatori EC sul condensatore. I ventilatori EC modulano la portata d’aria e grazie anche ad un motore più efficiente garantiscono un risparmio energetico diretto. Queste soluzioni permettono una regolazione più accurata del sistema.
Il sistema è fornito di valvole di espansione elettronica di tipo pulsante, abbinate ad un sistema di supervisione remoto, che permettono una riduzione dei consumi elettrici del sistema di circa 15-20%.
Sono stati forniti Mobili frigoriferi con varie soluzioni focalizzate al risparmio energetico:
ventilatori EC (motori a commutazione elettrica) o Energy Saving, questa tipologia di motori elettrici si caratterizza principalmente perché grazie allo statore costituito da un magnete permanente permette un consumo inferiore a parità di prestazione (es. in un murale ventilatore da 38 W contro 12 W del ventilatore EC).
•    Utilizzo delle chiusure sui mobili a bassa temperatura, che permettono una riduzione fino a circa il 50% del carico frigorifero.
•    Porte EverClear , che garantiscono una ottimale uniformità delle temperature grazie al migliore isolamento della vetrata.
•    Illuminazione LED, che assicura un risparmio energetico, un migliore comportamento alle basse temperature ed una vita del prodotto oltre le 40.000 ore superiore all’illuminazione a neon.

In conclusione, il risparmio totale per il nuovo punto vendita GranDuino,  risulterà essere la combinazione delle soluzioni tecnologiche attuate, sia per il refrigerante utilizzato, sia per il risparmio elettrico quantificabile in una riduzione  annua complessiva di 131,2 ton di C02 equivalenti a 5.702 alberi.

http://www.arneg.it/
 

12 Giugno 2013
Articoli Correlati