Al via dal prossimo 1° ottobre (fino al 31 dicembre) una nuova operazione straordinaria di convenienza con la quale Coop e tutte le cooperative di consumatori aderiscono al Protocollo Antinflazione siglato con il Ministero delle imprese e del made in Italy. Il carrello tricolore in casa Coop contempla in totale più di 1200 prodotti di largo consumo a marchio Coop scelti tra quelli maggiormente presenti nella spesa quotidiana degli italiani. Di oltre 200 i prezzi saranno ribassati del 10%, per gli altri 1000 il prezzo sarà bloccato. La duplice operazione interessa l’intero perimetro dei prodotti a marchio Coop che garantiscono già oggi un risparmio anche fino al 30% rispetto ai rispettivi prodotti di marca e si aggiunge alle iniziative già in corso in Coop e a ad altre previste di tutela del potere d’acquisto.

Come le attività promozionali di varia natura, il sostegno già in essere per i possessori della carta “Dedicata a te” varato nei mesi scorsi per volere del Ministero delle Politiche agricole, il contenimento di una parte importante dell’aumento dei listini industriali senza riversarli sui soci e consumatori. Impegno quest’ultimo che grava oramai da più di 18 mesi sui bilanci delle singole cooperative.

Nel paniere degli oltre 200 prodotti ribassati del 10% figurano beni di primaria necessità includendo sia alimentari che non alimentari come pasta, pelati, caffè, uova, latte, formaggi e ancora pannolini, baby food, detergenza etc attingendo da tutte le linee del prodotto a marchio Coop per rispondere anche a esigenze di consumatori diversi.

Così vi si trovano anche prodotti biologici della linea Vivi Verde, i prodotti del commercio equo e solidale (Solidal) e finanche gli alimenti salutistici della linea BeneSì. Simile la scelta adottata sugli oltre 1000 prodotti a prezzo bloccato, includendo in questo caso più di 40 categorie merceologiche (di fatto il 40% dell’assortimento). Rimangono fuori dal carrello tricolore quelle categorie sulle quali incombono tensioni legate all’approvvigionamento di materia prima a causa di una stagionalità difficile.