In occasione della Giornata mondiale degli oceani dell’8 giugno, Bolton Food - la principale business unit di Bolton e leader in Italia del mercato delle conserve ittiche con i marchi Rio Mare, Saupiquet, Isabel e Cuca - conferma l’impegno per la salvaguardia degli oceani annunciando insieme a Wwf che, nel periodo gennaio-dicembre 2023, ha raggiunto l’importante risultato pari al 93.7% di approvvigionamento di tonno proveniente da attività di pesca certificate Msc (Marine Stewardship Council) o coinvolte in progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement Projects – FIPs) solidi e credibili.

Questo risultato è stato raggiunto nell’ambito della partnership trasformativa con Wwf, volta a promuovere soluzioni che inducano l’industria ittica a adottare politiche e pratiche sostenibili per ridurre il proprio impatto sugli ecosistemi marini come parte di una roadmap condivisa. Dal 2017 Bolton Food collabora con Wwf per far sì che la sua filiera del tonno sia trasparente e responsabile con l’obiettivo di avere il 100% di approvvigionamento da attività di pesca certificate MSC o da progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement Projects – FIPs) entro il 2024.

Nell’ottica di elevare gli standard di pesca sostenibile, la partnership si è prefissata dei criteri ancora più ambiziosi rispetto alla provenienza della materia prima. Seguendo questi criteri, l’azienda si impegna a non approvvigionarsi da stock sovrasfruttati o a rischio di sovrasfruttamento, a prediligere attività di pesca gestite in modo efficace per prevenire l’impatto sulle altre specie e sugli habitat, e a garantire la conformità alle leggi e ai regolamenti applicabili in materia di pesca e di diritti umani lungo tutta la sua filiera. In linea con questo approccio, nel 2023 è stata attestata la provenienza da pesca sostenibile dell'87,3% del tonno acquistato da Bolton Food.

Per questo motivo, coerentemente con il commitment di aumentare l’acquisto di tonno da fonti sostenibili, sempre nel 2023 Bolton Food ha partecipato a una campagna di sensibilizzazione lanciata da Wwf, Gta (Global tuna alliance) e Tupa (Tuna protection alliance) sullo stato critico del tonno pinna gialla nell'Oceano Indiano il cui stock risulta essere da tempo sovra sfruttato, scegliendo di ridurre del 30% (rispetto ai volumi del 2020) il suo approvvigionamento e preferendo stock sostenibili e in salute entro il 2025.

In qualità di leader, Bolton Food crede di avere la responsabilità di influenzare il modo in cui operano le aziende del settore ittico, incentivando un cambiamento positivo verso migliori standard di sostenibilità all’interno della filiera attraverso il proprio esempio. Per questo motivo, l’azienda è impegnata in attività di advocacy indirizzate verso i principali player delle conserve ittiche.

Un impegno per la filiera ittica che coinvolge anche i consumatori attraverso il Marchio Rio Mare e la sua campagna di educazione e sensibilizzazione “Insieme per gli Oceani” per una pesca sostenibile e un consumo responsabile di prodotti ittici.