Loading...
Aggiornato al: 12 Novembre 2019 17:30
Persone
Riccardo Quattrini è il nuovo Ceo di Cefla

Riccardo Quattrini è il nuovo Ceo di Cefla. Classe 1967, vanta una lunga esperienza nel settore delle macchine per la lavorazione del legno, iniziata nel 1994 e culminata con la nomina alla guida di Cefla, nella quale è entrato nel 2010 dopo le esperienze in Biesse Group e Gruppo Delmac. Laureato in ingegneria meccanica (ad indirizzo gestionale), Quattrini ha frequentato diversi corsi di formazione in strutture prestigiose, quali SDA Bocconi, Akademy Porsche Consulting Gmbh, S&A Change. Dal 2015 è anche vice presidente di Acimall, l'Associazione costruttori italiani macchine lavorazione legno.




Il percorso del manager in Cefla è iniziato con la direzione commerciale e marketing di Cefla Finishing, la Business Unit di cui è diventato successivamente managing director. Nel 2014 è arrivato al timone di Cefla International, struttura appositamente creata per seguire gli investimenti diretti esteri dell'azienda. Il Consiglio di amministrazione lo ha nominato direttore generale di Cefla, in virtù dei risultati conseguiti e dell'esperienza trasversale acquisita in ambito aziendale.




“Desidero ringraziare il Presidente, il Consiglio di amministrazione e tutte le persone che mi hanno supportato in questo percorso. Sono profondamente convinto - dichiara Riccardo Quattrini - che sia fondamentale dare continuità al percorso di integrazione delle differenti competenze della nostra azienda, perché nel 'fare insieme' risiede uno dei grandi principi di Cefla. Il nostro scopo principale è creare occupazione e redditività, perseguendo l'eccellenza e l'innovazione dei nostri prodotti e servizi.

Lavoreremo affinché Cefla diventi una realtà maggiormente internazionalizzata, in grado di cogliere le opportunità di business in ogni continente, grazie a mentalità e competenze sempre più globali. Il grande valore di Cefla è dato dal capitale umano: gli investimenti nel know-how e nella crescita delle risorse umane sono dunque la condizione necessaria per lo sviluppo, insieme al miglioramento continuo del prodotto e dei processi”.


25 Giugno 2016
Articoli Correlati