Loading...
Aggiornato al: 06 Dicembre 2019 17:43
Imprese
Maina: lievita l'export in Uk (+15%) e Usa (+5%)

Gran Bretagna e Stati Uniti trainano l’export di Maina. L’azienda dolciaria, specializzata nella realizzazione di lievitati da ricorrenza, ha infatti rafforzato in questi mesi il suo storico legame con il mercato britannico, dove gli ordinativi sono in aumento del 15% rispetto al 2018. Da quest’anno, inoltre, i panettoni e pandoro di Fossano saranno distribuiti capillarmente, per la prima volta, in tutti i 50 stati degli USA andando così a consolidare ulteriormente il rapporto commerciale con il “gigante” a stelle e strisce e facendo registrare un +5% di vendite sul 2018. I prodotti Maina continuano quindi a conquistare i consumatori stranieri, con crescite importanti anche in Australia e Spagna, solo per citare due degli oltre 45 Paesi in cui l’azienda è saldamente presente ormai da anni.


“La Gran Bretagna e gli Stati Uniti si dimostrano ancora una volta due dei mercati più importanti per i nostri prodotti – commenta Marco Brandani, amministratore delegato di Maina –; se questo trend sarà confermato anche nelle prossime settimane, la quota export complessiva sul fatturato 2019 di Maina si prevede in deciso rialzo rispetto al già ottimo 16% dello scorso anno. Più in generale, notiamo poi con soddisfazione come i gusti stiano cambiando anche all’estero e il panettone, da prodotto di nicchia, icona del Natale ‘made in Italy’, stia acquisendo sempre più popolarità per la celebrazione delle feste anche dai consumatori locali”.


Proprio in questi giorni, Maina è protagonista di uno spot natalizio, on air sulle principali emittenti nazionali britanniche, con un panettone realizzato appositamente per una delle più importanti catene distributive inglesi. Mai prima d’ora una catena distributiva estera aveva deciso di incentrare la sua campagna televisiva su un prodotto fino ad adesso lontano dalle tradizioni enogastronomiche natalizie locali. Sempre su questo mercato, inoltre, continua con successo la collaborazione con il pluripremiato chef stellato Heston Blumenthal per la realizzazione del panettone Black Forest, un prodotto appositamente studiato insieme al celebre chef che ha permesso all’azienda dolciaria di ottenere diversi riconoscimenti gli scorsi anni.


Per quanto riguarda il mercato statunitense, invece, l’anno che sta per concludersi sarà da ricordare per Maina come l’anno della conquista di tutti i 50 stati: grazie a nuovi importanti accordi distributivi, i prodotti realizzati a Fossano saranno presenti sull’intero territorio americano, anche nel cuore degli stati considerati ‘di provincia’.
Importanti soddisfazioni, infine, giungono dall’Australia, dove da quest’anno Maina è presente in oltre 750 punti vendita con prodotti di alta gamma realizzati per una delle più storiche catene distributive locali e, per restare in Europa, dalla Spagna che vede l’azienda proporsi ai consumatori locali in più di 100 punti vendita in tutta la nazione.
“Nonostante le incertezze del quadro internazionale e, in particolare, le vicende che interessano alcune nazioni, la voglia di panettoni a pandoro di qualità non si arresta, ma anzi ‘contagia’ sempre più consumatori, grazie a ricette autentiche, ingredienti selezionati e un gusto inimitabile”, conclude Marco Brandani.

26 Novembre 2019
Articoli Correlati