Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 22 Giugno 2024 - ore 16:00

ESTERO

Coop propone un nuovo marchio per allevamenti rispettosi della specie

Con Naturafarm Coop lancia una nuova label di carne e uova provenienti da allevamenti all'aperto nel pieno rispetto degli animali. Naturafarm comprende tutti i prodotti offerti finora nella confezione blu con il logo Coop Naturaplan. Con questa linea, Coop risponde all'esigenza da parte dei clienti di maggior chiarezza...


Wal Mart cede al partito comunista?

Wal Mart, il gigante statunitense icona del capitalismo, ha reso noto che alcuni impiegati hanno fondato una sezione del partito comunista nella sede centrale della Cina. La sezione è stata istituita a Shenzhen. Inaugurata a metà dicembre, segue l'esempio di simili organizzazioni sorte in cinque negozi Wal Mart in Cina...


Buoni risultati per Stockmann in novembre

Le vendite di Stockmann Group a novembre hanno generato 130,8 milioni di euro. Le vendite consolidate, escludendo Zara in Russia (venduto a gennaio) e Stockmann Auto (trasferito a un nuovo proprietario a marzo), sono salite del 3%.


Un unico fornitore: Axfood concentrerà gli acquisti di prodotti freschi

Axfood sta cambiando la modalità di procurarsi frutta e verdura per i suoi negozi e concentrerà gli acquisti affidandosi a un solo fornitore: Saba. Questa mossa avrà come risultato un'offerta con prezzi più allettanti nel settore dei freschi per tutto il gruppo.


Johnnie Walker conquista la Cina

Pubblicità globale? No, grazie. I risultati migliori si ottengono indirizzando messaggi specifici per ogni diversa cultura. Ne sa qualcosa Diageo, il gruppo a cui appartiene il marchio Johnnie Walker, che ha lanciato una campagna di successo in Cina, uno dei mercati di whisky al mondo che cresce più velocemente.


Coop aumenterà il monte salari del 2,5% e adeguerà i salari minimi

Coop ha deciso di aumentare dal 1° gennaio 2007 il monte salari del 2,5% e di adeguare i salari fissati nel contratto collettivo di lavoro. I collaboratori riceveranno inoltre un premio speciale, mentre i genitori soli potranno beneficiare di un ulteriore sostegno finanziario.


Un'acquisizione impegnativa per Adidas

L'acquisizione da 3,8 miliardi di dollari di Reebok da parte di Adidas si sta rivelando più difficile del previsto.


Metro: prezzi da discount

Metro, che nel luglio scorso ha acquistato da Wal-Mart 85 ipermercati, ha deciso di entrare in concorrenza di prezzo con i retail nazionali del discount, ritoccando i prezzi, l'assortimento e i costi e rafforzando la pubblicità sui prodotti freschi dei suoi 300 ipermercati Real.


Il Gruppo Danone alla conquista del mercato cinese

Il Gruppo Danone, per rafforzare la propria posizione nel mercato delle bevande in Cina, ha recentemente assunto una partecipazione del 22% nel Gruppo Hui Yuan, leader nel mercato cinese delle bevande fruttate.


Tesco porta i suoi fornitori di fiducia negli USA

Tesco, la più grande catena di supermercati del Regno Unito, porterà due dei suoi fornitori inglesi preferiti alla gara d'appalto per aprire una nuova catena di piccoli supermercati nella zona ovest degli Stati Uniti l'anno prossimo.


Axfood: a novembre le vendite guadagnano un punto percentuale

Le vendite nette di Axfood di novembre hanno raggiunto 2,369 milioni di corone, un incremento dell'1% rispetto allo stesso periodo del 2005. Le vendite nette dei negozi in Svezia appartenenti al gruppo svedese sono cresciute dell'1,8%.


Coop: nuove indicazioni sulle etichette

In qualità di primo dettagliante in Svizzera, a partire da gennaio 2007 Coop indicherà sulle confezioni dei propri generi alimentari nuove ed esaustive informazioni sui valori nutrizionali.


Terzo trimestre positivo per Tesco

Le vendite del Gruppo Tesco PLC nel terzo trimestre del 2006 sono aumentate del 9,6%, così come è aumentata la sua quota all'interno del mercato inglese.


La divisione statunitense di Ahold affronta nuove cause

US Foodservice, la divisione distributiva di Ahold, sta affrontando una nuova causa, mettendo di nuovo sotto esame il rivenditore danese, dopo che l'anno scorso ha pagato 1,1 miliardi di dollari (833 milioni di euro) per una causa dovuta a una frode contabile del 2003.