Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro si è riunito e ha esaminato i ricavi consolidati preliminari e alcuni risultati preliminari dell’esercizio chiuso al 29 febbraio 2020, non ancora sottoposti a revisione legale.

Nell’esercizio 2019/20, Unieuro ha conseguito ricavi per 2.445 milioni di euro, in crescita del 16,2% rispetto ai 2.104,5 milioni dell’esercizio precedente, registrando il significativo incremento di 340,4 milioni.

La dinamica dei ricavi ha riguardato tutti i canali di vendita e tutte le categorie, traendo beneficio dalle azioni di crescita esterna e interna, nonché dal successo della campagna promozionale “Addams’ Black Friday” e dai forti risultati commerciali della stagione natalizia, che ha dato un sostanziale impulso alla crescita del 18,8% fatta registrare dai ricavi del quarto trimestre.

Il contributo delle acquisizioni realizzate nell’esercizio in esame e nel precedente è stato pari a 187,5 milioni di euro, grazie al diverso perimetro di business conseguente all’apertura di 14 nuovi punti vendita ex-DPS ed ex- Galimberti inaugurati nel secondo semestre 2018/19 e 12 ex-Pistone aperti nel mese di marzo 2019.

Il forte balzo del business online, arrivato a sfiorare i 300 milioni di fatturato, e la partnership stipulata lo scorso anno con Finiper, che ha segnato lo sbarco di Unieuro nella grande distribuzione organizzata, hanno ulteriormente rafforzato la dinamica positiva dei ricavi.

A far data da sabato 14 marzo, Unieuro ha tuttavia comunicato la chiusura dell’intera rete di negozi diretti, in ossequio all’esigenza di proteggere la salute di clienti e collaboratori, riservandosi la possibilità di rivedere il provvedimento giorno per giorno, alla luce di un contesto socio-sanitario in continua evoluzione e in osservanza delle disposizioni delle Autorità.

Nel periodo compreso tra l’8 marzo, quando gli effetti della crisi hanno iniziato a manifestarsi con maggiore concretezza sulle attività aziendali, e il 16 marzo, i ricavi della Società sono calati del 34% rispetto al corrispondente periodo 2019.

Fin dalla comparsa dei primi segnali di epidemia, Unieuro si è adoperata per salvaguardare la sicurezza di negozi, uffici e sedi logistiche, studiando gli scenari e adottando le misure appropriate per mitigare gli effetti negativi sul business.

In particolare per il canale retail:, i negozi diretti, pur chiusi al pubblico, sono in maggioranza presidiati e operativi allo scopo di supportare le vendite agli affiliati, ai clienti B2B e le spedizioni al domicilio dei clienti web. La disponibilità di merce in negozio è così messa al servizio dei canali di vendita tuttora attivi, in supporto e affiancamento all’attività tipicamente svolta dalla piattaforma logistica centrale di Piacenza. Per il canale on line la piattaforma digitale unieuro.it e il sito monclick.it sono pienamente operativi e stanno registrando un numero di ordini in fortissimo incremento, anche grazie alla rifocalizzazione delle attività di marketing, sia mainstream sia digitali, sulle attività di e-commerce della società.