L’azienda, già detentrice del 14,76% del capitale di Groisch, ha versato 816 milioni di euro per conquistare il controllo completo del secondo gruppo birraio olandese dopo Heineken.