Coca-Cola HBC Italia ha pubblicato “Celebriamo insieme il mondo di domani”, il suo 20° Rapporto di sostenibilità, revisionato da Deloitte & Touche e redatto secondo i parametri di rendicontazione internazionale Gri Standards (Global reporting initiative). Negli ultimi 20 anni, l’azienda ha rendicontato i progressi in tema di sostenibilità sociale e ambientale, anticipando temi oggi al centro dell’interesse pubblico, come la circolarità degli imballaggi e la valorizzazione delle competenze. Un traguardo che rappresenta un punto di partenza, come dimostrano gli oltre 70 milioni di euro di investimenti per il 2024 nelle fabbriche e lungo la catena del valore.

Dei 70 milioni di euro previsti nel 2024, circa 20 sono dedicati a innovazioni nelle fabbriche, in ambiti quali salute e sicurezza delle persone, efficienza idrica ed energetica, mobilità green e circolarità degli imballaggi. Gli investimenti vanno anche a favore della sostenibilità della filiera, come ad esempio gli 11 milioni dedicati all’acquisto di nuovi strumenti di vendita eco-friendly, come frigovetrine, per più di 100 mila bar, pizzerie, ristoranti e supermercati in Italia.

La sostenibilità per Coca-Cola si sviluppa in tre direzioni: ambiente, persone e comunità e si concretizza con progetti e risultati rendicontati all’interno del rapporto, consultabile su www.lanostraricetta.it.

Dal 2023 tutte le bottiglie in plastica per le bibite dell’azienda sono in 100% plastica riciclata (rPET) grazie alla fabbrica di Gaglianico (Bi) che ogni anno trasforma fino a 30.000 tonnellate di pet riciclato in nuove bottiglie per le bibite dell’azienda in Italia; con il programma del Gruppo Coca-Cola HBC NetZeroby40, lanciato nel 2021, l’azienda si impegna ad azzerare le emissioni di CO2 negli Scope 1, 2 e 3 entro il 2040; nel 2023, Coca-Cola HBC Italia ha ridotto del 38% l’intensità di emissioni in Scope 1 e Scope 2 Market Based rispetto al 2010; tutte le fabbriche di produzione bibite dell’azienda e lo stabilimento di imbottigliamento acqua Fonti del Vulture a Rionero in Vulture (PZ) sono certificati livello Gold Alliance for Water Stewardship, che riconosce una gestione responsabile della risorsa idrica.

Nel 2022 Coca-Cola HBC Italia ha ottenuto la certificazione per la parità di genere da parte di Idem, che ha riconosciuto il percorso avviato verso una maggiore valorizzazione dei talenti al femminile. Nel 2023, l’azienda vanta oltre il 40% di donne in posizioni manageriali.

L’azienda vuole garantire un miglior equilibrio tra vita privata e professionale. Già nel 2013 aveva introdotto la monotimbraura e, nel 2014, il remote working.

Sono numerosi i progetti portati avanti con le associazioni non governative locali e nazionali a supporto delle comunità con cui Coca-Cola HBC Italia opera. La collaborazione con Banco Alimentare ha reso possibile, già solo negli ultimi 7 anni, la distribuzione di oltre 14 milioni di pasti a persone in condizioni di fragilità economica e sociale, anche grazie al contributo dei dipendenti come volontari. Attraverso il programma #YouthEmpowered l’azienda mette a disposizione dei giovani studenti corsi, workshop e mentorship con i manager di Coca-Cola HBC , per supportarli nel passaggio tra scuola e mondo del lavoro. Tra il 2018 e il 2023 sono stati formati più di 250.000 under 30.