Dall’inizio della fase 2, nel periodo compreso tra lunedì 4 a domenica 24 maggio, Nielsen ha rilevato che le vendite della Grande distribuzione organizzata hanno registrato una crescita pari a +6,9% a parità di negozi.

Per quanto riguarda l’andamento delle vendite per area geografica, il Nord Est registra gli incrementi più alti su base tendenziale: +9,5%, seguito dal Nord Ovest (+6,8%). Leggermente sotto media invece, ma comunque positive, le performance di Sud Italia (+6,5%) e Centro (+5,1%), aree più legate ai flussi turistici.

A livello di format distributivi, dopo il lockdown che ha visto una crescita preponderante dei negozi di prossimità, l’inizio della fase 2 vede gli specialisti drug come format più dinamico (+23,6%) insieme ai discount (+11,7%). Continua la crescita anche per i liberi servizi (+13,4%) e i supermercati (+8,8%), mentre migliora la performance degli ipermercati (+0,1%).

L’allentamento delle restrizioni non frena la crescita a tripla cifra dell’ecommerce: il trend delle vendite di prodotti di largo consumo online da lunedì 04 maggio a domenica 24 maggio è di +178,1%, stabile nelle tre settimane.

Continua il calo delle vendite nel format cash & carry, in trend negativo del -33,3%, ma in lieve miglioramento rispetto al periodo di lockdown.

Con l’allentamento delle misure restrittive, il sabato torna a essere il giorno principale in cui si concentrano maggiormente glil acquisti della Gdo, con un peso del 19,5% sulla settimana. Aumentano anche gli acquisti della domenica rispetto al periodo di lockdown, dovuti a un maggior numero di negozi aperti in questa giornata: il 24 maggio ha visto l’apertura del 76% dei punti vendita (vs. 70% nel 2019).