Loading...
Aggiornato al: 13 Novembre 2019 17:30
Notizia del Giorno
Pasta Rummo sempre più eccellente con il grano di Capitanata

Accordo di filiera tra Confagricoltura e Rummo: l’intesa è stato siglata a Foggia tra il pastificio beneventano, la OP Società Cooperativa agricola tra cerealicoltori di Capitanata e i molini/stoccatori Santacroce Giovanni e De Vita.

Il contratto di coltivazione e vendita impegna la OP a produrre e successivamente a vendere al molino/stoccatore la granella di frumento duro, dal quale il pastificio si impegna ad acquistare la semola ottenuta.

È previsto un prezzo del grano pari a 28 euro al quintale, che prevede un sistema di premi legati agli indici e ai valori qualitativi del prodotto. Se il valore del grano dovesse aumentare in un periodo di tempo definito, il prezzo sarà adeguato. Al momento saranno forniti circa 30-40.000 quintali di materia prima.

“Due anni fa abbiamo creato questa OP, che nel tempo è cresciuta grazie ai soci che hanno conferito grano in misura sempre maggiore – ha detto Filippo Schiavone, presidente di Confagricoltura Foggia -. Siamo soddisfatti di questo accordo, basato sulla massima affidabilità di entrambe le parti, con l’obiettivo comune di creare una filiera tutta italiana”.

“Puntiamo di nuovo all’eccellenza. É riconosciuto che la pasta italiana è la migliore al mondo e il nostro obiettivo è lavorare con grano italiano di altissima qualità – ha commentato Cosimo Rummo, presidente e amministratore delegato dell’azienda -. Il Tavoliere delle Puglie è una zona di eccellenza e dunque abbiamo stipulato questo accordo. È un lavoro che dovrà durare il più possibile, facendo ricerca per avere successo a livello nazionale e internazionale”.

Fondato nel 1846, pastificio Rummo esporta in più di 45 Paesi. Secondo i dati di Reportaziende ha chiuso il 2018 con un fatturato di 84,44 milioni di euro, in crescita del 12,91 per cento.

Pesantemente colpita, nel 2015, dall’alluvione del fiume Sannio, l’azienda ha ottenuto, a dicembre 2018, il definitivo via libera delle banche creditrici al piano di rilancio.

Il 6 ottobre il pastificio ha lanciato la sua nuova campagna pubblicitaria, su Internet e sui canali Mediaset. Il claim, "Non ci sono scorciatoie" rimanda al tempo come ingrediente essenziale per il consumo e la produzione della pasta secondo il "Metodo della lenta lavorazione" che contraddistingue la società di Benevento.

Leggi anche: Ok delle banche a pastificio Rummo

14 Ottobre 2019
Articoli Correlati