ESET, leader nel mercato della cybersecurity, presenta la versione 3.0 di ESET Secure Authentication (ESA), una soluzione per l’autenticazione multi-fattore che consente alle aziende di ogni dimensione, di mettere in sicurezza dispositivi mobili, prevenire i data breach e soddisfare i requisiti di conformità. Questa nuova versione offre una serie di migliorie, inclusa l’introduzione dell’Identity Connector e il supporto per l’autenticazione biometrica.

L’Identity Connector permette agli utenti di impiegare ESA per proteggere qualunque servizio o applicazione che utilizzi provider di autenticazione di terze parti, attraverso l’integrazione del protocollo SAML (Security Assertion Markup Language). Questo estende in maniera significativa le possibilità di integrazione, consentendo all’utente di utilizzare ESA per proteggere l’accesso a un’ampia gamma di servizi e ambienti, come ad esempio email, VPN, Office 365 o Dropbox.
Tra le novità della versione 3.0 anche il supporto per l’autenticazione biometrica nativa nelle app mobili ESA, che consente agli utenti di utilizzare i sistemi integrati di lettura delle impronte digitali o di riconoscimento facciale per gestire le richieste di autenticazione.
Il nuovo Notification Center permette a ciascun utente la configurazione delle proprie notifiche, così da poter essere proattivamente informati senza bisogno di effettuare il login.