Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 29 Luglio 2021 - ore 17:30

PRIMO PIANO

Quanto è utile la pubblicità in store?

Di grande impatto specialmente i volantini e le isole promozionali, in grado di condizionare fortemente le decisioni di acquisto.


Conad, Coop, Esselunga, Eurospin nella graduatoria di Deloitte

Se Amazon e Walmart dominano la classifica internazionale, gli italiani piazzano nella Top 250 ben quattro grandi insegne.


Private label, un successo internazionale

Peggy Davies, presidente Plma: "Il marchio del distributore mantiene una posizione forte, persino nei mercati saturi".


Promossi e bocciati in benessere animale

Nonostante il Covid molte aziende hanno fatto progressi. In Italia il primo posto va a Barilla, ma alcuni non hanno pubblicato una policy.


La graduatoria Best Brands fotografa i nuovi consumi

Non è la solita classifica, ma una competizione sostenuta da una dettagliata ricerca di Gfk sugli stili di vita nell'anno del Covid.


L'anno zero della pasta

Barilla lancia la pasta 100% italiana. I grandi marchi accettano la sfida, l’emergenza sanitaria ha stravolto il mercato. E per tracciare un bilancio gli addetti ai lavori consigliano di attendere almeno la fine del 2021.


Le marche rischiano la reputazione... alimentare e Gdo un po' meno

Omnicom ha interpellato oltre 2.000 italiani. Ecco perché il cliente non crede più nei brand e i marchi distributivi si salvano a stento.


Mdd, una crescita di ampio respiro

Il Covid ha rafforzato la marca del distributore, ma, senza dubbio, l'incremento è in larga parte strutturale. Ecco i principali driver.


Meno profitti nel carrello secondo Mediobanca

La concentrazione sale, mentre i margini e il Roi diminuiscono. Il sistema regge, ma lo sforzo delle imprese aumenta.


Il nuovo profilo distributivo nei dati Ismea-Nielsen

Il normal trade ha consolidato la crescita e i discount hanno raggiunto i supermercati nella redditività: due evidenze che sorprendono.


Beni di consumo molto fragili nel 2021

Le vendite a valore nella Gdo e nel canale drug registreranno un calo del 3,1 per cento, con una flessione dei volumi del 2,6 per cento.


Il retail nel 2021: 
l’ombra del virus fino all’estate

Secondo le previsioni di Iri, l'anno sarà condizionato dal “rimbalzo” del primo semestre del 2020, dove le crescite del mercato erano state eccezionalmente alte. La previsione è di chiudere i 12 mesi in calo. di Emanuele Scarci


Esselunga, Eurospin e Lidl in testa alle preferenze degli italiani

Il prezzo e poi la qualità e la relazione con il cliente: questo è quello che cercano gli italiani al supermercato secondo Dunnhumby.


Digitalizzazione retail: le cifre dell'effetto Covid

Si sa: la pandemia ha scatenato la multicanalità, ma in quale misura? E quali innovazioni rimarranno nel front-end e nel back-end?