Loading...
Aggiornato al: 15 Dicembre 2017 17:30
Spot News
​Forte crescita del consumo di frutti esotici in Italia. Il punto di vista di Dole Italia

Il punto di vista di Dole Italia

Negli ultimi anni si è registrato un costante aumento del consumo dei frutti esotici, solo fino a qualche anno fa poco presenti sulla tavola degli italiani.

Il trend positivo del comparto dei frutti esotici nel mercato italiano continua e si rafforza nel 2017: si registra, infatti, un incremento del 9,3% a volume complessivo durante il primo trimestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 20161.

In particolare il mango, che già aveva chiuso l’anno passato con un +10,6% a volume complessivo rispetto al 20152 ed un aumento delle famiglie acquirenti del 10,1%, registra nel primo trimestre del 2017 un’ulteriore crescita del +22,9% rispetto a quello corrispondente del 20163.

Come spiegare la passione crescente degli italiani per i frutti esotici? Lo abbiamo chiesto a Cristina Bambini, responsabile marketing Dole Italia: “Questo aumento dei consumi dei frutti esotici è a nostro avviso dovuto a un insieme di fattori tra loro strettamente correlati: innanzitutto ha influito la loro maggiore disponibilità e distribuzione sul mercato italiano che, a sua volta, ha generato un interesse ed una curiosità crescente dei consumatori e ne ha alimentato l’incremento degli acquisti e dei consumi, soprattutto ma non solo da parte di coloro generalmente attenti alle novità e seguaci di uno stile di vita salutare.

E proprio per soddisfare le elevate richieste di informazione di un pubblico evoluto e sempre più attento, noi di Dole da sempre impegnati in una attività di educazione alimentare, abbiamo dedicato un’attenzione particolare alla frutta esotica nell’ambito delle nostre iniziative di comunicazione, evidenziandone ad esempio le eccellenti proprietà nutrizionali, i benefici, le caratteristiche, nonché la loro grande versatilità.”

Dole, infatti, ha intercettato sin da subito questo trend e, con il suo abituale approccio in chiave edutainment, informa i consumatori non solo sulle notevoli e a volte insospettate proprietà dei frutti esotici (oltre che di tutta l’altra gamma di frutta fresca che compone la sua ampia e completa offerta), ma anche sui loro molteplici usi in cucina, offrendo spunti talvolta anche insoliti per preparazioni dolci e salate.

La comunicazione Dole coinvolge molteplici canali: dal sito web al blog, dalla newsletter fino alla pagina Facebook Dole Italia, dove l’Azienda dialoga quotidianamente con la sua community di oltre 40mila fan, e dove è possibile trovare pillole informative e curiosità.

Una comunicazione integrata che ha come obiettivo educare e informare sui benefici di uno stile di vita che mixa alimentazione sana, movimento e attenzione alle proprie passioni, in linea con la Filosofia My Energy di Dole.

Uno strumento importante sono anche i quaderni #My Energy diffusi sul blog dell’Azienda e realizzati con il supporto scientifico del Dole Nutrition Institute. L’ultimo volumetto tascabile #My Energy pubblicato è proprio dedicato a 2 frutti esotici, Avocado e Mango, e ne rivela ogni peculiarità: dalle vitamine E e C contenute nel mango, che lo rendono un antirughe naturale, agli acidi grassi linoleici e all’omega 3 presenti nell’avocado, in grado di stimolare la circolazione e abbassare il livello di colesterolo cattivo. E ancora, sempre racchiusi nell’opuscolo, suggerimenti e consigli pratici su come scegliere e gustare questi due succosi frutti.

Tra i frutti esotici anche la papaya custodisce in sé una miniera di benessere: ricca di antiossidanti e vitamine (C, A, E, K), ha semi commestibili, ricchi di proprietà. E una ricerca britannica pubblicata sul blog Dole la inserisce tra i frutti che aiutano a prevenire il rischio di poliartrite.


1: GfK Consumer Panel Quarter March 2017 (tropical fruits + mangos)

2: GfK Consumer Panel year 2016

3: GfK Consumer Panel Quarter March 2017 (mangos)

24 Luglio 2017
Articoli Correlati