Loading...
Aggiornato al: 13 Dicembre 2018 12:49
Spot News
Melinda Golden Delicious, Red Delicious e Renetta Canada, le prime D.O.P. italiane. Quando l'origine fa la differenza

Nel 2003 l'Unione Europea ha conferito alle mele di varietà Golden Delicious, Red Delicious e Renetta Canada della Val di Non il riconoscimento D.O.P.: Denominazione di Origine Protetta. È la prima volta che un marchio così prestigioso viene associato ad una mela italiana.

Le mele D.O.P. della Val di Non sono prodotte da secoli solo in un’area limitata, situata a Nord-Ovest della provincia di Trento, collocata ad un’altitudine compresa tra 400 e 1000 m e caratterizzata da condizioni orografiche e pedoclimatiche che la rendono da sempre una delle zone più vocate al mondo per la produzione di mele.

I frutticoltori del Consorzio Melinda aderiscono al Consorzio di Tutela e devono rispettare sia il Disciplinare di Produzione della D.O.P. Mela Val di Non approvato dalla Comunità Europea, sia il Disciplinare di Produzione Melinda.

Quest’ultimo prevede, tra le altre cose: il rispetto del frutteto come parte integrante dell'eco-sistema della Valle; la coltivazione e protezione delle piante con metodi a basso impatto; gli ambientali (tecniche di Produzione Integrata); la raccolta diversificata per caratteristiche del frutteto; il confezionamento manuale delle mele. Il Disciplinare di Produzione D.O.P. Mela Val di Non definisce invece la qualità intrinseca dei frutti (i valori minimi per zuccheri, acidità, durezza) e la regolazione della quantità di frutta prodotta.

Oltre a potersi fregiare del marchio D.O.P., che fa parte di un percorso che perpetua i propri risultati nel tempo, Melinda guarda al futuro, occupandosi della sostenibilità delle proprie coltivazioni attraverso azioni concrete come le Celle Ipogee, grotte sotterranee sotto i meleti che fungono da frigo naturale dove Melinda è l’unica al mondo a conservare le proprie mele nel rispetto dell’ambiente, risparmiando energia, acqua e riducendo le emissioni di CO2.

Una mela D.O.P. Val di Non perciò non solo è unica, sana e bella da vedere, ma è anche controllata da severe procedure che ne garantiscono l’elevata qualità, la bontà e la sostenibilità!

26 Novembre 2018
Articoli Correlati