Loading...
Aggiornato al: 24 Novembre 2017 17:30
Intervista
Federico Sargenti: “Vi spiego cos'è Supermercato24”

Ordini la spesa online e ti arriva a casa in un’ora. Supermercato24 è la startup, nata nel 2014 a Verona, che mette in contatto chi vuole acquistare prodotti online dai supermercati e i “personal shopper”, persone che fanno la spesa per conto del cliente e la consegnano a domicilio. Fondata da Enrico Pandian, Supermercato24 punta alla leadership del mercato italiano del grocery online con una strategia precisa che ci spiega in questa intervista l’amministratore delegato Federico Sargenti.


Dott. Sargenti partiamo dal principio: da quanto tempo siete presenti sul mercato italiano e soprattutto com’è nata l’idea di questa piattaforma?
Supermercato 24 nasce a Verona nel 2014 da un’idea di Enrico Pandian. Più che un’idea, in realtà, la sua è stata un’esigenza di avere la spesa a casa in giornata, un servizio non ancora disponibile a Verona ma che lui, viaggiando spesso per lavoro, aveva avuto modo di sperimentare all’estero.
Per partire è bastato fare un’analisi del mercato italiano e replicare una realtà già esistente e di successo negli Stati Uniti: Instacart, startup che oggi ha una valutazione di oltre tre miliardi di euro.

Siete stati dei precursori di Prime quindi...
Sì, il servizio è stato lanciato prima con la differenza che Prime è attivo solo a Milano e dintorni mentre noi siamo attivi su un territorio molto più ampio. Al momento siamo presenti in circa 16 città italiane: Milano, Torino e Roma in primis e poi copriamo buona parte del veneto, dell’Emilia e una parte del Piemonte.
L’obiettivo è quella di attivare a breve il servizio anche al Sud dove secondo noi il consumatore è pronto.

Quali sono i vantaggi concreti per un consumatore che decide di avvalersi del servizio?
Il consumatore finale ha una serie di vantaggi, primo fra tutti che il servizio è super veloce e non lo costringe a dover aspettare a casa 2-3 ore poiché diamo finestre di consegna ristrette di un’ora; in più ha a disposizione un assortimento molto ampio sia in termini di prodotti che in termine di supermercati. Al momento abbiamo circa 6-7 insegne per città che collaborano con noi, non tutte sono in partnership (che ci permette di offrire lo stesso prezzo e lo stesso assortimento del punto vendita fisico) però ci stiamo sviluppando progressivamente in questo senso per garantire un servizio sempre migliore al cliente.

E i vantaggi per la distribuzione e per l’industria quali sono invece?
Noi siamo un canale online o, meglio ancora, un abilitatore dell’online per il punto vendita per cui un distributore anziché aprire un proprio e-commerce che comporta investimenti in logistica, magazzini e IT può attivare con noi una collaborazione che gli permette di essere presente sulla piattaforma in poche settimane e non richiede nessun tipo di investimento poiché si ragiona in un’ottica di commissione sul venduto. In più chi ha già un proprio e-commerce può comunque abilitarsi su Supermercato24 che rappresenta comunque un canale aggiuntivo e soprattutto un canale di acquisizione.
Con l’industria, invece, collaboriamo su due fronti: il primo consiste nel rendere visibili e disponibili i prodotti sulla piattaforma tramite attività promozionali marketing/advertising, il secondo è analizzare il comportamento del consumatore per capire quali strumenti funzionano meglio per influenzarne il comportamento d’acquisto.

Come funziona concretamente il servizio?
Il consumatore può accedere alla piattaforma sia dal sito web che tramite app: entra, si registra con i propri dati o tramite facebook e si geolocalizza inserendo il proprio codice di avviamento postale. Completati questi passaggi gli compare una lista di supermercati in zona tra cui scegliere e una volta selezionato quello desiderato entra nello store dove visualizza la lista dei prodotti presenti nel punto vendita. A quel punto fa la spesa e seleziona l’orario in cui vuole che sia recapitata a casa.

Chi si occupa delle consegne?
Se ne occupano i personal shopper ovvero delle persone che dedicano parte del loro tempo per fare la spesa per il cliente. Il nostro compito, in sostanza, è proprio quello di mettere in contatto il consumatore con il personal shopper che si organizza poi autonomamente con i propri mezzi per effettuare la consegna.

Non andate mai in overbooking per le consegne?
No perché quando il consumatore seleziona le fasce orarie di consegna vede solamente quelle in cui un personal shopper ha dato la propria disponibilità per fare la spesa.

Quanto costa il servizio?
Il cliente paga la consegna 4.90 euro a fronte di una spesa minima di 10 euro; non ci sono limiti di quantità tranne che per le casse d’acqua (massimo 4 colli).

Ad oggi quanti clienti avete?
Abbiamo 250 mila clienti registrati, di cui quelli attivi sono qualche decina di migliaia, principalmente donne e sopra i 34 anni.

Qual è secondo lei il valore aggiunto di Supermercato 24?
La velocità e la facilità d’acquisto oltre che la personalizzazione. Mi spiego meglio: lo scaffale al supermercato è uguale per tutti mentre online il tuo scaffale è diverso dal mio perché tu hai fatto un certo tipo di navigazione e di acquisto per cui i prodotti che ti vengono mostrati quando entri sono i tuoi. Ritrovi la tua marca preferita di spaghetti perché sono quelli che ti piacciono e quindi hai un’esperienza personalizzata in base ai tuoi dati e ai tuoi gusti. Questo è un tema molto importante anche per la fedeltà, il consumatore non vuole perdere tempo e ha necessità di trovare velocemente i prodotti che desidera.







20 Giugno 2017
Articoli Correlati