Loading...
Aggiornato al: 24 Giugno 2017 16:00
Estero
Ovs Fashion España punta a 200 negozi

Ovs inarrestabile all’estero: mentre è in corso dal 20 ottobre, tramite il veicolo finanziario Sempione Retail, l’Opa amichevole sulla catena tedesca Charles Voegele che, a regime, porterà nel perimetro del colosso italiano qualcosa come 350 punti di vendita – disseminati in Austria, Svizzera, Slovenia e Ungheria - per 400 milioni di nuovo fatturato, il nostro re dei grandi magazzini si mobilita in Spagna.


Nel Paese iberico, che è attualmente uno dei principali mercati oltre frontiera – 42 negozi, compresi i 20 corner presso El Corte Inglès – Ovs ha acquistato, per una cifra non specificata, Shopping Day (4,28 milioni di fatturato), società concessionaria incaricata sia dello sviluppo rete, sia della funzione acquisti.
È nata, contestualmente, Ovs Fashion España, che ha i propri uffici a Barcellona, in Paseo de la Castellana.


La nuova controllata dovrà accelerare la crescita della rete, specie per quanto riguarda l’affiliazione, e ottenere migliori condizioni dai fornitori locali.
Il percorso di Ovs nel Paese è iniziato nel 2012, proprio grazie all’accordo con El Corte. Nel 2015 è entrato sul mercato anche il brand Ovs Kids, e poi, secondo quanto riporta il quotidiano online Modaes.es, è stato annunciato un piano di sviluppo quinquennale che dovrebbe portare a 200 negozi.


Non è tutto: Stefano Beraldo ha recentemente ammesso quella che prima era solo un’indiscrezione, ossia l’interesse per le 172 vetrine Conbipel, ma solo a fronte di un prezzo interessante e ha anche annunciato che il gruppo ha sicuramente la forza di impegnarsi su più fronti.


Alla base di tutto ci sono le cifre record. La rete Ovs ha archiviato l’ultimo anno fiscale con 1.273 negozi, fra Italia (oltre 1.000) ed estero: America Latina, ovviamente Spagna (40 pdv), Paesi arabi… Cifre interessanti anche quelle relative al primo semestre 2016. Le vendite nette sono di 640,1 milioni, in aumento del 4,7% rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso. L’Ebitda (11,7% sulle vendite nette) si posiziona a 75,1 milioni, in miglioramento del 10,9 per cento. Fra gennaio e giugno, infine, sono stati inaugurati 70 nuovi punti di vendita.

02 Novembre 2016
Articoli Correlati