Loading...
Aggiornato al: 24 Maggio 2018 12:30
Export
Vola export pasta in Usa (+39% in 5 anni)

Un pacco di pasta su tre negli Stati Uniti è made in Italy. Nel 2017 sugli scaffali della grande distribuzione americana si è ulteriormente rafforzata la presenza della pasta italiana, che ora detiene stabilmente una quota pari a più di un terzo del totale delle vendite nella distribuzione americana, che secondo gli ultimi dati Euromonitor ammontano a circa 2,9 miliardi di dollari.

Lo rileva il Centro studi e ufficio internazionalizzazione di Confcooperative nel Report Il mercato della pasta nel canale retail degli Stati Uniti.


Nei prossimi cinque anni si prevede che il mercato della pasta nel paese a stelle e strisce registrerà nuove performance positive, con una crescita del 3,7%. La quota di vendite di pasta italiana è quindi destinata a crescere ancora. Oggi gli Stati Uniti, secondo gli ultimi dati diffusi da Ismea, rappresentano uno dei mercati di riferimento per la pasta made in Italy, con una quota pari al 12% di tutte le vendite di pasta italiana all’estero.

Complessivamente dal 2012 al 2016 le esportazioni negli Stati Uniti hanno registrato una crescita del + 39%. In linea con i valori del 2015 e del 2016, anche nei primi 10 mesi del 2017, l’export dal Bel Paese verso gli Stati Uniti ha toccato quota 224 milioni di euro, apprestandosi a scrivere un nuovo record che porterà l’export a superare la soglia dei 270 milioni di euro nel 2017.

13 Febbraio 2018
Articoli Correlati