Loading...
Aggiornato al: 09 Dicembre 2018 16:00
Successi e Strategie
Simply Etruria Retail chiude il 2017 a 222 mln di fatturato

Etruria Retail, cooperativa senese master franchisee del Gruppo Auchan Retail per i negozi a insegna Simply dell’Italia centrale, chiude in positivo il bilancio 2017 con fatturato di 222 milioni di euro facendo segnalare un incremento di 11 milioni di euro rispetto all'anno precedente. L'assemblea dei soci, riunita a Siena, ha deliberato anche sull’assegnazione di parte degli utili conseguiti, pari a 2,2 milioni di euro, che andranno a beneficio degli associati sotto forma di ristorno. I ricavi da vendite e prestazioni consegnano ai soci una gestione economica in salute, con un trend positivo e un fatturato che cresce. I risultati economici sono stati illustrati durante il tradizionale appuntamento con l’assemblea annuale che ha visto riunirsi a Siena numerosi dei 232 soci della Cooperativa con sede a Badesse.

La sintesi dei principali dati economici del 2017. La cooperativa nata nel 1961 oggi può contare su una rete di vendita estesa in 15 province del Centro Italia e su quasi 2 mila collaboratori. I ricavi per vendite e prestazioni hanno raggiunto i 222 milioni di euro, con un incremento sul precedente esercizio di 11 milioni di euro, grazie al miglioramento delle performance nei settori freschi, a seguito di alcune iniziative di sviluppo della rete di vendita e all’incremento delle vendite che, dopo un anno di stallo, sono cresciute di oltre il 5%. Cresce anche il patrimonio netto che tocca quota 38 milioni e rappresenta il 61% dell’intero capitale investito. Tra i migliori risultati degli ultimi anni anche la diminuzione dell’indebitamento finanziario netto che porta la sua incidenza sul fatturato al 10% e il cui costo incide sul fatturato solo lo 0,14%. Guardando ai dati delle vendite la quota maggiore si realizza nell’area di Arezzo, Grosseto e Siena (oltre il 52%), seguita dal 32% nella zona Toscana Nord e la Spezia e dal 15% che si concentra in Umbria, Lazio e Abruzzo.

L’andamento delle società controllate. Il buono stato di salute del Gruppo Etruria è dato anche dai successi ottenuti da alcune delle imprese controllate da Etruria Retail che operano principalmente nei settori retail e del food service. Tra le performance migliori si segnalano i risultati di Sapori di Toscana, azienda leader nel settore del food service nelle province di Siena e Grosseto che gestisce tre magazzini a Siena, Grosseto e Castiglione della Pescaia che con un fatturato di 35,7 milioni di euro chiude il 2017 in positivo per 107 mila euro. Buono anche l'andamento di GMS S.r.l. che gestisce alcuni punti vendita di proprietà della Cooperativa e che con oltre 90 milioni di euro di vendite, fa segnare un incremento rispetto al precedente esercizio di oltre 5 milioni di euro, occupando circa 450 dipendenti, con un risultato di esercizio positivo per 268 mila euro.

Crescono investimenti e servizi per soddisfare soci, imprenditori e clienti. Tanti anche gli investimenti realizzati per migliorare i servizi da mettere a disposizione della rete vendita a partire dall'adozione di un nuovo programma di pricing per migliorare la gestione commerciale e consentire agli associati di aumentare il margine lordo dei loro punti vendita, aiutandoli il più possibile ad ottenere un adeguato equilibrio gestionale. Anche nel 2017 sono cresciuti gli investimenti in sviluppo e ammodernamento in chiave sostenibile della rete di vendita, che riducono l’impatto sull’ambiente generato dai negozi, grazie all’adozione di soluzioni tecniche innovative nel campo dell’illuminazione e della refrigerazione, che garantiscono importanti risparmi energetici e la riduzione di Co2 nell’atmosfera, permettendo di aumentare il livello di soddisfazione del cliente.

Sposando una filosofia ecoattenta, Etruria Retail ha scelto di investire nella cultura del risparmio e del riutilizzo, contro lo spreco di risorse e per la promozione di sane pratiche quotidiane, come il riciclo e il riutilizzo dei materiali, grazie alla presenza nei punti vendita di distributori self-service di prodotti sfusi e di acqua microfiltrata, di carrelli e cestini realizzati dal recupero degli scarti e di postazioni per la raccolta di plastica, pet e lattine e per il ritiro di oli esausti e pile. Il volto di azienda sostenibile si rafforza anche attraverso le scelte commerciali sempre più orientate verso le esigenze di spesa di un cliente che predilige uno stile di vita sano con un assortimento costituito da prodotti genuini, biologici, di qualità e che si prendono cura del benessere della persona senza rinunciare al gusto. Un plus della rete di vendita sono le eccellenze dei territori, contraddistinti dal marchio “Sapori & Valori” prodotti e gusti della tradizione, selezionati per esaltare e valorizzare l’identità e il legame autentico con i fornitori locali. Per facilitare la relazione di acquisto con il cliente e garantire un servizio efficiente ai soci la cooperativa, inoltre, ha scelto di creare un vero e proprio network logistico con spazi nuovi e moderni, capaci di gestire al meglio ordini, conservazione e distribuzione delle merci.

“Siamo orgogliosi dei risultati e delle ottime performance ottenute sul piano economico anche dalle società del gruppo – ha detto Graziano Costantini, direttore generale di Etruria Retail – I numeri ci consegnano una realtà aziendale consolidata, dove al centro del modello di business ci sono sempre i soci e i clienti. È guardando proprio ai due attori principali del nostro modello di sviluppo che, anche nel 2017, abbiamo continuato ad orientare le nostre scelte commerciali volte alla convenienza e all’efficienza. Abbiamo scelto di continuare sulla strada di un percorso strategico basato sulla valorizzazione della figura del socio-imprenditore e del suo ruolo sociale nella comunità, unito a una politica commerciale capace di interpretare al meglio le esigenze di spesa del cliente. Tutto questo si è tradotto anche e soprattutto su un piano promozionale caratterizzato da una forte attenzione ai prodotti freschi, ai prodotti locali e alla stagionalità per offrire una shopping experience unica e distinta”.

Le insegne del portafoglio. I negozi della rete Simply sono presenti in 15 province del Centro Italia. I punti vendita totali sono 298 e le insegne presenti sono quattro: Simply Store (8); Simply Market (45), Punto Simply (104) e La Bottega (141). La maggior parte dei supermercati si concentra in Toscana (209 punti vendita), seguita da Umbria (57); Lazio (27) e Liguria (5). Al centro di distruzione alimentare della Cooperativa, che ha sede a Badesse (Siena), fanno riferimento molti altri negozi tradizionali per il rifornimento quotidiano.

28 Maggio 2018
Articoli Correlati