Loading...
Aggiornato al: 28 Aprile 2015 12:00
Successi e Strategie
Si può crescere anche in tempo di crisi: parola di Despar Nordest
Nonostante la crisi, c’è qualche azienda che riesce ugualmente a crescere. Tra quelle della gdo Despar Nordest si è distinta per la brillante performance nel 2011, guidata in particolare dal settore dei supermercati, che è cresciuto del 5,3%, contro il 3,4% del totale Italia e il 2,8% del Nordest. Una progressione che, nel prossimo triennio, potrebbe portare la quota di mercato al 18% (oggi è del 14,55%), a 900 nuove assunzioni a tempo indeterminato, ed entro quest’anno, in Friuli Venezia Giulia, a 8 nuove aperture (Udine, Remanzacco e Cividale quella ufficializzate, a cui si potrebbero aggiungere una nella Bassa friulana e una nel Tarvisiano), 5 ristrutturazioni e 100 nuovi posti di lavoro.

Il 2011 si è chiuso per l’Aspiag, concessionaria Despar del Nordest, all’insegna di risultati positivi: superficie complessiva di vendita aumentata del 3%, otto nuove filiali inaugurate, dodici aperture di dettaglianti associati, due nuovi superstore (Padova e Pordenone). In più, nonostante la difficile situazione economica, l’insegna ha registrato un più quattro per cento di fatturato, toccando così quota 1.778 milioni di euro.

Nessun segno meno e una contrazione dei consumi che scalfisce appena i risultati economici di un colosso della grande distribuzione che attualmente ha all’attivo 571 punti vendita (298 filiali e 373 affiliati). Aspiag si conferma dunque nel 2011 realtà tra le più performanti del settore: il fatturato complessivo al pubblico ha superato il tasso di crescita della grande distribuzione in Italia, che si attesta sul +0,8%, e anche il +1,9% dell’area Nordest.

Cresce anche il numero degli addetti, vicino – compreso il settore dei dettaglianti associati – alle 8.800 unità. Anche la superficie complessiva è aumentata del 3% grazie a nuove aperture e ristrutturazioni. Il 2011 ha visto l’inaugurazione di otto nuove filiali Eurospar (cinque in Friuli Venezia Giulia e tre in Veneto), nonché l’apertura di due nuovi superstore Interspar (Padova e Pordenone), caratterizzati entrambi dal fatto di essere progetti di recupero di aree industriali dismesse.Numerose anche le ristrutturazioni, tra cui quelle dell’Interspar di Rovigo e dell’Interspar di Vigonza di Padova.

Le previsioni per il futuro sono ancora più rosee: 900 nuove assunzioni a tempo indeterminato, 8 nuove aperture (Udine, Remanzacco e Cividale quelle già ufficializzate, a cui si potrebbero aggiungere, secondo indiscrezioni, una nella Bassa friulana e una nel Tarvisiano) e 5 ristrutturazioni.



27 Marzo 2012
Articoli Correlati
Gruppo VéGé si rafforza in Puglia con Ferì
Il Gruppo pugliese ha in programma nel corso dell’anno il taglio del nastro di 9 punti vendita in affiliazione e gestione diretta. Le prime aperture riguarderanno l’ipermercato Sidis da 1.300 mq a Squinzano, con tutti i reparti merceologici incluso l’abbigliamento sportivo, e due supermercati Sidis a Martano e Scorrano, rispettivamente da 450 e 380 mq.
PAC 2000A sempre più attiva in Calabria
Fatturato a 255 milioni di euro e 19,4 per cento di quota di mercato, con trend in costante crescita. Nuovi progetti per le carni bovine calabresi e podoliche e per l’ortofrutta, con un localismo che reinveste in regione innescando un circolo virtuoso anche sull’indotto. Nel corso del 2014 Pac 2000A ha sviluppato un fatturato di 255 milioni di euro, in crescita del 4,9% rispetto all’anno precedente.
Esselunga: vendite a +0,8% nel 2014 e 2500 assunzioni in vista
Il gruppo di Bernardo Caprotti ha chiuso lo scorso anno con profitti pari a 212 milioni e oltre 7 miliardi di ricavi. I clienti sono aumentati dell'8,5%. Nel corso del 2015 sono previsti un ulteriore sviluppo della rete vendita e un piano di 2500 assunzioni.
Gruppo Gabrielli archivia un 2014 con il segno piu'
Un anno di crescita per Gabrielli che si conferma un'azienda solida e un buon modello imprenditoriale nel panorama della grande distribuzione organizzata. È questa la fotografia che emerge dalla lettura dei dati diffusi nel corso della tradizionale convention annuale del Gruppo che archivia il 2014 con un incremento della vendite pari al +2%.
Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nord Est: al via la fusione
I CdA delle tre più grandi cooperative di consumatori del Distretto Adriatico, riunitisi venerdì 20 marzo, hanno deliberato con voto unanime un progetto di fusione i cui obiettivi e contenuti industriali e sociali saranno sottoposti, nei prossimi mesi, al vaglio delle assemblee dei soci delle cooperative stesse.
Vino: quale marketing sullo scaffale?
Decisamente un marketing della concretezza, quello giocato dalle grandi insegne. Promozioni mirate e ben dosate, lontane dalla logica dell'"offerta speciale", reparti chiari e etichette leggibili, molto impegno sulle marche private, che si arricchiscono di linee a denominazione e regionali. Nei migliori corner non manca nemmeno l'enologo.
Gruppo Alì cresce del 2% e punta sulla sostenibilità
103 supermercati, 925 milioni di fatturato, una crescita superiore al 2% rispetto al 2013 (+1% a parità di punti vendita) e una quota di mercato che in Veneto corrisponde al 15,6% e 3.200 dipendenti (di cui 295 nuovi assunti negli ultimi dodici mesi). Sono questi i numeri realizzati nel 2014 da Alì, insegna associata a Selex Gruppo Commerciale.