Loading...
Aggiornato al: 01 Luglio 2015 17:30
Successi e Strategie
Si può crescere anche in tempo di crisi: parola di Despar Nordest
Nonostante la crisi, c’è qualche azienda che riesce ugualmente a crescere. Tra quelle della gdo Despar Nordest si è distinta per la brillante performance nel 2011, guidata in particolare dal settore dei supermercati, che è cresciuto del 5,3%, contro il 3,4% del totale Italia e il 2,8% del Nordest. Una progressione che, nel prossimo triennio, potrebbe portare la quota di mercato al 18% (oggi è del 14,55%), a 900 nuove assunzioni a tempo indeterminato, ed entro quest’anno, in Friuli Venezia Giulia, a 8 nuove aperture (Udine, Remanzacco e Cividale quella ufficializzate, a cui si potrebbero aggiungere una nella Bassa friulana e una nel Tarvisiano), 5 ristrutturazioni e 100 nuovi posti di lavoro.

Il 2011 si è chiuso per l’Aspiag, concessionaria Despar del Nordest, all’insegna di risultati positivi: superficie complessiva di vendita aumentata del 3%, otto nuove filiali inaugurate, dodici aperture di dettaglianti associati, due nuovi superstore (Padova e Pordenone). In più, nonostante la difficile situazione economica, l’insegna ha registrato un più quattro per cento di fatturato, toccando così quota 1.778 milioni di euro.

Nessun segno meno e una contrazione dei consumi che scalfisce appena i risultati economici di un colosso della grande distribuzione che attualmente ha all’attivo 571 punti vendita (298 filiali e 373 affiliati). Aspiag si conferma dunque nel 2011 realtà tra le più performanti del settore: il fatturato complessivo al pubblico ha superato il tasso di crescita della grande distribuzione in Italia, che si attesta sul +0,8%, e anche il +1,9% dell’area Nordest.

Cresce anche il numero degli addetti, vicino – compreso il settore dei dettaglianti associati – alle 8.800 unità. Anche la superficie complessiva è aumentata del 3% grazie a nuove aperture e ristrutturazioni. Il 2011 ha visto l’inaugurazione di otto nuove filiali Eurospar (cinque in Friuli Venezia Giulia e tre in Veneto), nonché l’apertura di due nuovi superstore Interspar (Padova e Pordenone), caratterizzati entrambi dal fatto di essere progetti di recupero di aree industriali dismesse.Numerose anche le ristrutturazioni, tra cui quelle dell’Interspar di Rovigo e dell’Interspar di Vigonza di Padova.

Le previsioni per il futuro sono ancora più rosee: 900 nuove assunzioni a tempo indeterminato, 8 nuove aperture (Udine, Remanzacco e Cividale quelle già ufficializzate, a cui si potrebbero aggiungere, secondo indiscrezioni, una nella Bassa friulana e una nel Tarvisiano) e 5 ristrutturazioni.



27 Marzo 2012
Articoli Correlati
Crp System: il bilancio galoppa e si tinge di verde
L’azienda leader italiana degli imballaggi in plastica a sponde abbattibili e riutilizzabili, mette a segno nel 2014 risultati positivi sul piano economico, nonostante la crisi, con 111 milioni di movimentazioni di casse, 518.000 movimentazioni di mini bins e quasi 5 milioni di movimenti dei pallet.
Italmark rileva il 70 per cento di Family Market
Il gruppo guidato da Marco Odolini si rafforza ulteriormente nell’area bresciana. Fabrizio Uberti resta in azienda con il 30%.
Conad cresce dell’1% e si prepara a investire 750 mln
Il bilancio presentato oggi in occasione della assemblea annuale dei soci evidenzia per la catena guidata da Francesco Pugliese un incremento dell’1% del fatturato, salito a 11,7 miliardi di euro, e un ambizioso piano triennale di investimenti destinati allo sviluppo della rete.
Lidl vince il premio Positive Business Award
L'azienda multinazionale leader nella grande distribuzione organizzata, ha ricevuto a Milano il “Positive Business Award” per le categorie Innovation - Repositioning e Social Network.
Crai: nel 2014 il fatturato della rete totale cresce del 24%
L'insegna registra nel 2014 un incremento del 24% nel fatturato dell’intera organizzazione, a conferma del successo della strategia di sviluppo e rinnovamento intrapresa negli ultimi anni.
Granterre-Parmareggio: nel 2014 crescono volumi, fatturati e utile netto
Il Gruppo, leader nel mercato del Parmigiano Reggiano, chiude per il settimo anno consecutivo un bilancio positivo, confermando risultati solidi e crescenti nel tempo, nonostante il calo registrato nei prezzi di vendita del formaggio e del burro.
Nordiconad cresce in Piemonte e Valle d’Aosta e investe nello sviluppo
Il fatturato 2014 sale a 300,4 milioni di euro, lo 0,5 per cento in più rispetto all’anno precedente, 11 le nuove aperture previste nel piano quadriennale di sviluppo al 2017.