Loading...
Aggiornato al: 16 Settembre 2019 12:30
Spot News
Nuovo CDA e tanti progetti per Coralis

Si è tenuta l’assemblea generale di Consorzio Coralis: ricco l’ordine del giorno che prevedeva l’elezione del nuovo consiglio d’Amministrazione, con conseguente nomina del Presidente, e una serie di iniziative per i prossimi tre anni.

Il 2018 non è stato un anno facile per Coralis ma lo spirito coeso dei soci che sono rimasti all’interno del consorzio e l’arrivo di nuovi soci hanno permesso che non si spegnesse l’entusiasmo e la voglia di ripartire più certi della direzione da prendere e più che mai decisi ad essere una voce parlante nel panorama della Gdo.

Se la rinomina di Eleonora Graffione a Presidente era già nell’aria, l’ampliamento del numero dei consiglieri, che passa da 5 a 7, è stata una decisione presa unanimemente da tutta l’assemblea.

Sono entrati a far parte del consiglio d’amministrazione: PierPaolo Schierano del gruppo Magnone più srl, Giovanni Zumbo di Zumbo srl e Giuseppa Vitale di Prezzemolo&Vitale Srl. Lascia la sua carica Angelo Bruno di BrunoeForte Srl. Restano in carica Luigi Giannatempo, de Mercati di Città la Prima, che viene confermato Vice Presidente, Francesco Curcio di CDC Curcio srl e Roberto Trapletti di Alimgross SpA .

Il piano strategico dei prossimi tre anni si basa sulle quelle che sono state chiamate le 4C:

  • - condivisione: degli obiettivi
  • - confronto: tavoli di discussione su tematiche comuni che sono state affrontate diversamente
  • - collaborazione: scambio d’informazioni, di dati, di tutto ciò che può servire a ottimizzare risorse
  • - coraggio: di scoprire e sperimentare nuove opportunità e di restare uniti ognuno con la propria individualità tutti con la passione per il proprio lavoro.

“Ci prepariamo a questa nuova fase con entusiasmo, con saggezza e con obiettivi a breve e medio-lungo termine che siamo decisi a raggiungere” ha dichiarato Eleonora Graffione “Abbiamo la ferma volontà di trovare nuovi soci per il consorzio e nuovi fornitori per i nostri punti vendita per puntare sempre di più su prodotti qualitativamente eccellenti e di filiera certa”.

01 Luglio 2019
Articoli Correlati