Loading...
Aggiornato al: 20 Luglio 2019 16:00
Spot News
Nino Castiglione e il tonno sostenibile
Con 100 milioni di scatolette l’anno, Nino Castiglione (www.ninocastiglione.it ) è il primo produttore in Italia di tonno in scatola a private label per GD e GDO.  Opera nel settore dal 1933 ed è dotata di moderni stabilimenti, impianti produttivi all’avanguardia, laboratori per il controllo qualità, linee di confezionamento automatizzate e un’ottima organizzazione logistica.  La lavorazione del pesce è realizzata esclusivamente da maestranze locali (200 i dipendenti), cresciute in un contesto vocato da sempre alla pesca del tonno. Il processo produttivo, dall’approvvigionamento della materia prima al confezionamento, è interamente tracciabile e certificato.

Ma il valore portante dell’azienda è da anni la sostenibilità. Sensibile alla salvaguardia dell’ecosistema marino, la Castiglione aderisce al progetto dolphin safe dell’accreditato Earth Island Institute, iniziativa che garantisce una pesca selettiva che non danneggia i delfini. Condivide inoltre il Regolamento della Comunità Europea che bandisce la pesca illegale  e non regolamentata. La sostenibilità ambientale diverrà principio assoluto dal 2014, quando la Castiglione si doterà di un innovativo impianto di cogenerazione che la renderà l’industria ittico-conserviera più “pulita” al mondo. L’impianto consentirà un significativo risparmio energetico e una consistente diminuzione delle immissioni di CO2  nell’atmosfera.

I portavoce aziendali del rispetto ambientale sono i marchi Auriga e San Cusumano. Auriga, la linea storica che ha segnato la cucina dei siciliani, garantisce più tipologie di peso e confezione. La linea San Cusumano, che comprende anche ventresca, sgombro, salmone, sardine e bottarga, offre una gamma completa di prodotti in grado di soddisfare, per varietà e versatilità, anche il consumatore più esigente.
07 Gennaio 2014