Loading...
Aggiornato al: 21 Novembre 2017 17:30
Notizia del Giorno
Il pet food si avvicina ai due miliardi di euro

Grandi risultati del mercato del pet food che, in Italia, ha chiuso il 2016, con un giro d'affari di 1.971 milioni di euro (+2,7% sul 2015) per 559.200 tonnellate di vendite (+1,3%), considerando solo i due segmenti principali, ossia l'alimentazione per cani e quella per gatti.

Il settore fa riferimento a una popolazione di pet significativa. I cani sono 7 milioni, i gatti 7,5 e, conteggiando anche 30 milioni di pesci, 12,9 milioni di uccellini, 1,8 milioni di piccoli mammiferi e 1,3 milioni di rettili, il totale supera allegramente i 60 milioni.

I dati sono contenuti nella X edizione del Rapporto Assalco-Zoomark, compendio annuale realizzato con il contributo di Iri e Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari), che sarà presentato in occasione di Zoomark International 2017.

Il salone internazionale b2b sui prodotti e le attrezzature per gli animali da compagnia, organizzato da BolognaFiere, è giunto alla 17a edizione e si svolgerà da oggi, 11 maggio, fino a domenica 14, presso il quartiere fieristico del capoluogo emiliano.

La ricerca evidenzia, fra l’altro, come il mercato dei pet food continui a dimostrare un tasso di sviluppo superiore a quello del largo consumo confezionato e pari, nel 2013-2016, a una crescita annua composta del 3,2% a valore.

Nel 2016 hanno registrato il segno positivo tutti i principali sotto segmenti (umido, secco, snack & treat). In particolare, gli snack funzionali e i fuoripasto sono in volata a doppia cifra, con un +10,3%, sempre a valore.

Anche per quanto riguarda gli accessori (prodotti per l'igiene, giochi, guinzagli, cucce, ciotole, gabbie, voliere, acquari, tartarughiere e utensileria), continua l’avanzata in Gdo (+6% a valore e +7% a volume) con giro d'affari di 72,3 milioni di euro.

Il trend positivo della categoria è trainato in particolar modo dall’igiene animali (shampoo, spazzole, deodoranti, cura e bellezza) che lievita del +27,4% sul 2015. Seguono i giochi (+10,1) e gli antiparassitari (+3,5). In evoluzione – sempre nel mass market – sono le lettiere, con +3,7% a valore e 67,4 milioni di euro di ricavi.

11 Maggio 2017
Articoli Correlati