Loading...
Aggiornato al: 18 Ottobre 2019 15:30
Notizia del Giorno
Eurispes: sempre più italiani scelgono l'alimentazione vegetariana e vegana

Il nostro Paese è sempre più solidale e sensibile verso gli animali in fatto di scelte alimentari e di rapporto con gli animali domestici. Lo sottolinea Lav, Lega Antivisezione, in occasione dell’uscita del nuovo Rapporto Eurispes, presentato ieri, 26 gennaio, a Roma.

In tema di preferenze alimentari, il Rapporto Eurispes 2017, fotografa l’aumento di coloro che scelgono di alimentarsi senza ingredienti animali: i vegani, infatti, salgono al 3% (erano il'1%) triplicando il dato dello scorso anno. E così oggi i vegani in Italia sarebbero circa 1.800.000.

“Un dato importante, ma non è una sorpresa: i segnali, infatti, sono evidenti, basta considerare l’aumentata offerta di prodotti vegani nella grande distribuzione, segno di un’accresciuta domanda e di un’opportunità di sviluppo per le imprese del food”, afferma Lav.

Il 7,6% del campione citato da Eurispes segue un’alimentazione vegetariana o vegana. In particolare, il 4,6% degli intervistati si dichiara vegetariano (-2,5% rispetto al 2016). Il punto nuovo, oltre ai numeri è rappresentato dalla diminuzione dei vegetariani (che scelgono di non consumare carne e pesce) a favore dei vegani (che decidono di non consumare alcun tipo di alimento di origine animale).

Rispetto alla motivazione: il 31,7% del campione ha scelto di alimentarsi senza carne per rispetto degli animali; il 12% è mosso da ragioni di tutela ambientale e il 47,6% dei vegetariani/vegani ha preso questa decisione ritenendo più benefiche le proteine veg rispetto a quelle animali.

Il Rapporto fotografa un’Italia in cui gli animali hanno un ruolo sempre più importante: il 22,1% del campione ha preso un cane da un canile, il 30,4% ha adottato un animale abbandonato. Il 33% degli ha almeno un animale domestico in casa, a conferma di una consolidata amicizia e di una relazione familiare che ha esteso i suoi confini ai quattro zampe.

Nelle nostre case ci fanno compagnia soprattutto cani (62%) e gatti (40,8%). Purtroppo il 48,5% degli italiani vede ridotta la propria capacità di spesa, con tagli anche alle spese per animali domestici.

27 Gennaio 2017
Articoli Correlati