Loading...
Aggiornato al: 22 Agosto 2017 16:00
Mercati
Patatine e snack salati: il driver è l’innovazione

Nella prima metà dell’anno il comparto ha registrato buone performance sia a volume (+2,3%) che a valore (+2%), con un giro d’affari di oltre 490 milioni di euro (dati Iri, totale Italia iper+super+lsp, at maggio 2016). Un andamento dovuto a diversi fattori, come sottolinea Giuliana Mantovano, marketing manager savory snack del gruppo Mondelez Italia: «il segmento ha registrato una brillante performance grazie al consolidamento di nuovi player, al lancio di nuovi prodotti e formati, a importanti investimenti in comunicazione da parte delle principali marche e agli eventi sportivi tenutisi durante l’estate che costituiscono un acceleratore dei consumi di snack e patatine».

Vincono gusto e tradizione
Proprio queste ultime rappresentano la categoria maggiormente performante, con un incremento delle vendite nelle quantità del 4,1% e un fatturato in aumento di 4,2 punti percentuali. «Il segmento che registra la maggiore crescita – sottolineano da San Carlo – è quello delle patatine artigianali, ma altrettanto vivace è quello delle aromatizzate, che ha saputo intercettare i gusti dei più giovani orientati verso sapori con una personalità decisa». Segno meno, invece, per i pop-corn in calo di 2,2 punti percentuali a volume e del 3,6% a valore.

Super al primo posto
Per quanto riguarda l’andamento dei diversi canali distributivi, si può notare come i supermercati detengano la quota maggiore sia a volume (66,5%) che a valore (65,4%), seguiti dagli iper e dal libero servizio. «Coerentemente con i risultati del Largo Consumo Confezionato, i campioni della crescita sono i superstore (+6,2% a valore) e i discount (+11,8%)» continua l’azienda. A livello geografico, invece, le diverse aree mostrano quote di consumo pressoché equilibrate, con le regioni del Nord-Ovest leggermente in vantaggio (33,4% a volume e 33,5% a valore).

Scaffali più gustosi
L’ultimo anno ha visto l’arrivo sul mercato di diverse novità. Nel mondo delle patatine, ad esempio, Pata ha lanciato la linea delle Tortilla a marchio Paquita, realizzate con olio di girasole e prive di glutine. «Tra le novità più importanti – aggiunge Gianluca Di Venanzo, direttore generale - abbiamo presentato Sfyzzi, la gamma dei prodotti salati per aperitivi nonché la linea delle patatine classiche saporite Emotion con aromi naturali. Non solo: il 2016 ha visto il debutto del nuovo multipack (innovativo per il comparto dello snack salato) che occupa il 30% di spazio in meno a scaffale». Assortimento ampliato anche in casa Mondelez: «a settembre abbiamo lanciato TUC Crisp, foglie croccanti a base di patate cotte al forno disponibili in tre gusti (Sale Marino, Paprika ed Erbe Mediterranee). Nuova, inoltre, la party Cup di Fonzies: un pack speciale caratterizzato da una grande cup, ideale per lo sharing con 300 g di prodotto» racconta Giuliana Mantovano. Nel corso dell’anno sono state presentate, poi, le novità firmate Ica Foods International che hanno interessato i suoi principali brand: Le Contadine e Crik Crok. Nuove, ad esempio, Le Contadine Fatte a Mano, proposte nei sapori 100% Olio Extravergine di Oliva e Origano. «Tanti gli arrivi a marchio Crik Crok – dichiara Emanuele Finestauri, marketing manager – tra cui le patatine 100% vegane Plus Veggie, confezionate nell’esclusivo pack a tubo svasato e realizzate con carote, patate e spinaci. Nuove anche le Crik Crok Bollicine nonché quelle al Pesto e le Plus Barbecue». Linea Più Gusto arricchita da San Carlo, infine, con la variante Cuore di Zenzero e quella Cocco & Curcuma. L’azienda, in occasione dei suoi primi 80 anni, ha poi realizzato un’edizione speciale di Classica: un pack che riporta i nomi dei dipendenti e dei collaboratori, come modo originale per ringraziarli uno a uno.

Una comunicazione integrata
Investire in campagne pubblicitarie e attività promozionali è uno degli aspetti fondamentali per i player del settore, perché «la grande sfida del mercato – afferma Giuliana Mantovano – è quella di avere marche sempre dinamiche che interagiscano con il consumatore, andando da un lato a soddisfare le loro esigenze con nuovi prodotti e dall’altro che creino con loro una relazione e un dialogo». Proprio per questo Mondelez continua a investire nella comunicazione in televisione ma anche sui canali digital e sul punto vendita, sia per TUC che per Fonzies. Particolarmente articolata anche la strategia di San Carlo, basata sull’utilizzo di extra display instore per intercettare lo shopper durante tutto il percorso di spesa nonché sul lancio di concorsi (come quello dedicato alla linea Più Gusto, in cui è stato chiesto ai consumatori di scegliere due ingredienti per creare una nuova varietà di patatine e che ha poi decretato la nascita di Cocco & Curcuma) e su campagne tv, come quelle più recenti incentrate su Rustica e Cuore di Zenzero.

Più attenzione al benessere
Viste le sempre più crescenti richieste da parte dei consumatori di referenze adatte a una dieta sana ed equilibrata, alcuni player del settore hanno ampliato la propria offerta con patatine e snack salati dalle ricette più leggere. Mondelez, a questo proposito, oltre alle nuove TUC Crisp cotte al forno ha lanciato – nel segmento dei cracker – TUC Multicereali. Attiva su questo fronte anche San Carlo: «dal 2008 a oggi abbiamo ridotto il contenuto di grassi dal 30 al 27% nei prodotti classici e del 25% in quelli nuovi come la 1936 Antica Ricetta. Ciò è stato possibile grazie all’utilizzo di una particolare miscela di oli e a un innovativo processo di asciugatura che permette di eliminare, dopo la cottura, i grassi in eccesso. La patatina San Carlo Light è l’emblema della nostra ricerca, con un contenuto di grassi pari soltanto al 23%». «Noi di Preziosi Food - afferma invece Mariangela Giorgio - abbiamo realizzato delle chips con il 30% di grassi in meno e con meno contenuto di sale».

Stefania Colasuono

12 Ottobre 2016
Articoli Correlati