Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 22 Settembre 2020 - ore 17:30

RETAIL

Commercio: proseguono contraddizioni potere centrale/locale

L'ultima ordinanza, in ordine di tempo, è quella della Campania, che vieta l'apertura di cartolerie e librerie e fissa fasce giornaliere e orarie per gli articoli per bambini.


Giorgio Santambrogio: “Adm chiede chiarezza”

La filiera del grocery regge? Ci sono speculazioni da parte di alcuni commercianti? E poi tanti decreti servono davvero, senza i debiti distinguo, alias, norme attuative? Eccol le risposte del Presidente di Adm.


L'Europa ferma i negozi e l'Italia denuncia blocchi alle frontiere

La decisione di chiudere tutti la distribuzione commerciale, a parte gli alimentari e le farmacie si estende ad altri Paesi e non risparmia bar, ristoranti e altri servizi.


Coronavirus: serrata totale del commercio e dei servizi fino al 25 marzo

Le principali deroghe riguardano l’alimentare e grocery, dunque Gdo e altri rivenditori di beni di prima necessità, le farmacie, le parafarmacie, i tabaccai gli edicolanti.


Italia zona rossa: molte catene decidono spontaneamente la chiusura

Kikoc, Calzedonia, Armani, Zuiki, Decathlon: la lista delle insegne che chiudono per la sicurezza pubblica si allunga.


Le grandi città guidano lo sviluppo retail

Secondo l’’Outlook sul mercato retail in Italia nel 2019’, realizzato da Cbre, i fenomeni che incidono sull'evoluzione del commercio sono il canale online e le nuove esigenze del consumatore, che impongono una rivoluzione progettuale. Ma, a conti fatti, ci sono consistenti spazi evolutivi. Ecco come e dove.


Il digitale scatena l'energia del piccolo supermercato

Il futuro della distribuzione è tecnologico, ma è anche nella sempre più profonda conoscenza dei propri clienti, nel servizio e nella prossimità geografica. E se l'e-commerce sembra un canale conflittuale, le riflessioni della School of managent del Politecnico di Milano dimostrano che non è così, almeno per i retailer...


Hero Italia, una leadership di fascia alta

Fausto Bini, Direttore commerciale: "In questo momento l'azienda vanta una performance media di crescita del sell-out del 13%, che diventa un +20% nelle confetture light, dove siamo i primi. Nella monoporzione abbiamo addirittura un 60% di quota. Il nostro posizionamento è decisamente premium".


Kimbo, l'aroma della strategia

Diversificazione dell'offerta, sviluppo in tutti i canali del caffè, crescita estera, innovazione di prodotto, certificazione, continui lanci, presidio del canale online, retail diretto: l'azienda partenopea si muove a tutto campo, come dimostrano le progressioni del fatturato e del gradimento dei consumatori, italiani...


Innovazione retail: i consumatori sono pronti, le aziende no

La ricerca ‘Retail & innovazione 2019’, presentata da Spice Research in occasione dell’ultima edizione degli EDM Awards, dimostra che il consumatore è aperto e per certi versi molto disponibile, anche se un po' intimorito. A essere in ritardo sono le imprese, visto che in 76 casi su 100 il non utilizzo delle tecnologie...


Il potenziale inespresso del commercio si misura in trilioni

Omnicanalita debole, esperienze di acquisto frustranti, rotture di stock, lunghi tempi attesa: una ricerca di Adyen 451 Research ha sommato tutti questi fattori critici e il conto si è dimostrato iperbolico. Un puro esercizio matematico? Non proprio, visto che alla base c'è un solido campione di consumatori e manager d...


Checkpoint Systems presenta l’antenna EAS G40

G40, la nuova antenna EAS salva-spazio di Checkpoint Systems, è studiata specificamente per contrastare i furti nei negozi di piccole dimensioni.


Reno: l'apocalisse retail esiste davvero?

Gian Enrico Buso, Managing director: "La parola 'apocalisse' è esagerata per il nostro mercato. Molti operatori possono farcela con un valido riposizionamento. Le catene stanno cercando di capire realmente chi è il loro cliente, per offrire una nuova esperienza di acquisto. Ma per arrivare a questo ci vuole il giusto m...


Inalpi scala il mercato in Italia e all’estero

Ambrogio Invernizzi: "Inalpi raggiunge una quarantina di Paesi nel mondo, per un rapporto export/fatturato intorno al 50 per cento. Le nazioni chiave sono i principali bacini europei, come Francia e Germania. Le aree più dinamiche sono invece quelle asiatiche, a partire da Cina e Corea".