Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 24 Giugno 2021 - ore 17:30

EXPORT

Veneto, Toscana e Gdo nell'enoteca di Mediobanca

La nuova puntata dello studio sui vini ha preso in esame i volumi del 2012-2016, integrati con interviste alle imprese per i preconsuntivi 2017 e le attese 2018. L'export ha un'importanza crescente, ma il mercato interno, per oltre un terzo in mano alla distribuzione moderna, non delude. I leader per fatturato sono Can...


Aicig fa il punto sui grandi accordi, a partire dal Ceta

Leo Bertozzi, segretario dell’associazione: "Nel contesto dei mercati internazionali i consorzi italiani riuniti in Aicig e nella rete internazionale Origin, fanno fronte comune, in particolare verso chi, come il Consortium for Common food names Usa, svolge continuamente azioni per la difesa di nomi generici. Una circo...


World pasta day, appuntamento a Dubai

Nel 2018 i festeggiamenti si svolgono nella metropoli con più di 3 milioni di abitanti, di cui il 90% stranieri. Qui la pasta si mangia soprattutto fuori casa e la nostra cucina è la preferita nei 16.000 ristoranti locali.


La Molisana, tutto grano italiano anche per l'estero

Rossella Ferro, direttore marketing, riassume i successi di un'azienda a forte tasso di investimento che è un modello imprenditoriale. Opera da una Regione economicamente critica, generando occupazione e soprattutto prodotti di alta qualità, che guardano al mercato italiano ma, sempre più, puntano all'internazionalizza...


Agenzia Ice invita la Gdo a promuovere le nostre esportazioni online

L’anno scorso il valore della domanda soddisfatta tramite e-commerce è cresciuta del 17% rispetto al 2016 e l’Italia è il Paese in cui la quota di e-commerce esportato pesa maggiormente: 19%, rispetto al 10 della Germania e al 6 della Francia. Nel 2017 il commercio elettronico italiano di prodotti ha superato per la pr...


Grana Padano: in volata la produzione e l'export

Il Padano si conferma come la Dop più consumata nel mondo, con una produzione prevista, nel 2018, di 5 milioni di forme e un export che promette di superare 1,9 milioni di pezzi, pari al 40,5% del totale marchiato.


Raspini si rafforza all'estero con Prosciuttificio San Giacomo

L'acquisita ha una produzione annua di 70.000 pezzi di Parma Dop, che verranno destinati in prevalenza ai mercati oltre confine, con particolare riguardo per i canali di fascia alta e gourmet. L'operazione permette un significativo aumento di gamma.


Consorzio Casalasco punta sull'estero e sulla filiera

Costantino Vaia, Direttore Generale: “L’acquisizione di Sac rientra in un piano strategico di sviluppo che prevede partnership con realtà consolidate e già presenti sullo scacchiere internazionale. Al centro ci sono la terra e la filiera, perché il consumatore, nazionale e straniero, è molto sensibile a chi può garanti...


Mutti in volata in Italia e all'estero

Leader nel nostro Paese, dove riconferma la propria posizione, il gruppo parmense fa il pieno di export e si impone come marchio guida nei Paesi chiave.


Italian sounding, ma quanto ci costi?

Che i fake rappresentino i tre quarti del consumo di prodotti 'italiani' consumati all'estero si sapeva, ma quello che davvero sorprende, nell'analisi di Assocamerestero, e che il sounding costa talora molto di più dell'originale. La lotta alle imitazioni comincia dalla capacità di diffondere il nostro alimentare e far...


Nomisma, l'export agroalimentare italiano corre...forse troppo

La rincorsa del made in Italy, nel primo quadrimestre, si svolge fra inasprimento dei dazi, ritorno al protezionismo, accordi di libero scambio non ratificati e Brexit. "Non dobbiamo però farci ingannare, dato che al momento ci troviamo ancora in una fase di minacce e non di ostacoli, nel senso che tutte le problematic...


Successo italiano al Summer Fancy Food

Agenzia Ice e i suoi partner hanno portato a New York 300 aziende. Ecco il bilancio stilato a una dozzina di giorni dalla chiusura della rassegna.Il made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa.


Pastiglie Leone resterà italiana

L’attuale socio di maggioranza, la famiglia Monero, entrata nel 1934 , ha comunicato di avere ceduto la propria quota a una non meglio precisata ‘società totalmente italiana e privata’. Pastiglie Leone, che oltre alle pastiglie, produce anche gommose, gelatine e cioccolato, ha un fatturato di 10 milioni di euro, 70 add...


L'amarone Masi più forte in Russia grazie a Beluga

Beluga, attivo alla Borsa di Mosca, distribuisce già in modo esclusivo, molti marchi internazionali di wine & spirits, fra i quali Amaro Montenegro e Vecchia Romagna, per un fatturato consolidato 2017 di oltre 800 milioni di euro.