Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 06 Luglio 2020 - ore 00:00

AGROALIMENTARE

Il nostro export agroalimentare è minacciato dal rischio credito?

Se lo è chiesto Atradius, leader nell’assicurazione del credito commerciale, fideiussioni e recupero crediti, che ha condotto una ricerca su insolvenze e ritardi di pagamento sui nostri principali mercati di sbocco. Ecco i risultati.


Biraghi raggiunge Filiera Italia

Il polo unisce, per la prima volta, la produzione agricola e l'industria nazionale, per far crescere il Paese difendendone l'eccellenza, l'unicità e l'autenticità del modello agroalimentare. Dal momento della sua costituzione, Filiera Italia è aperta all'adesione di altre realtà produttive.


Agroalimentare: aumentano gli scambi commerciali tra Italia e Francia

La Francia rappresenta il secondo mercato per l’agroalimentare italiano (dopo la Germania) dove esporta le produzioni tipiche nazionali, i prodotti della dieta mediterranea e referenze salutari e bio. Un mercato che vale 3,3 miliardi di euro (nel 2017) e che nel primo semestre del 2018 è cresciuto del 4,7% rispetto all...


Il gruppo bancario Crédit Agricole diventa business partner di Macfrut

L’accordo ha l’obiettivo di dare nuovo impulso alla filiera ortofrutticola italiana coniugando l’esperienza di Macfrut, con la forza di un gruppo bancario internazionale, che vanta una consolidata esperienza nel settore agricolo e alimentare grazie a una serie di servizi dedicati.


Nomisma, l'export agroalimentare italiano corre...forse troppo

La rincorsa del made in Italy, nel primo quadrimestre, si svolge fra inasprimento dei dazi, ritorno al protezionismo, accordi di libero scambio non ratificati e Brexit. "Non dobbiamo però farci ingannare, dato che al momento ci troviamo ancora in una fase di minacce e non di ostacoli, nel senso che tutte le problematic...


Successo italiano al Summer Fancy Food

Agenzia Ice e i suoi partner hanno portato a New York 300 aziende. Ecco il bilancio stilato a una dozzina di giorni dalla chiusura della rassegna.Il made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa.


Ecomafia: agroalimentare e shopper sempre più nel mirino

Settori particolarmente colpiti quello ittico, della ristorazione, di vini e alcolici, della sanità e cosmesi e in genere nel campo della repressione delle frodi e nella tutela della flora e della fauna. Impressionante e nettamente in salita rispetto al 2016 (quando oscillava intorno ai 700 milioni) il valore dei seque...


L'UE si conferma leader nel commercio agroalimentare

Nel 2017 i flussi esportativi hanno totalizzato 138 miliardi di euro, con una crescita del 5,1 %, come riferisce la ‘Relazione annuale 2017 sul commercio dei prodotti agroalimentari’ diffusa dalla Commissione europea. Le importazioni sono state pari a 117 miliardi e dunque l’avanzo commerciale netto si è attestato a 21...


Un anno di repressione frodi. Nel mirino vini, olio, carni e formaggio

Hanno lavorato duramente gli ispettori dell'Icqrf. Il rapporto annuale dell'ente, organo di Polizia Giudiziaria, permette di ricostruire indirettamente una sorta di mappa dei raggiri e delle contraffazioni: in testa sono vino, olio, carne e formaggio. Molto considerevole anche l'attività di lotta svolta su Internet.


Assocamerestero combatte le imitazioni alimentari con 'True italian taste'

L'associazione delle 78 Camere di commercio italiane all’estero, ha presentato i primi risultati dell’attività svolta dal progetto Tit. Fra i prodotti più taroccati compaiono le nostre migliori Dop e Igp. Ma si può fare molto per arginare il fenomeno.


Deloitte prevede un aumento di 15 miliardi di euro per l'agroalimentare

Una cifra importante come target per i prossimi tre anni e anche una bella scommessa per il settore che deve giocare le sue carte sul versante dell'innovazione: qui a vincere sono un diverso rapporto con il consumatore, la collaborazione fra aziende e soprattutto la qualità a tutti i livelli.


Istat conferma il boom dell'agroalimentare di qualità

I settori con il maggior numero di riconoscimenti di denominazioni europpe sono ortofrutticoli e cereali (110), formaggi (52), oli extravergine di oliva (45) e preparazioni di carni (41). Le regioni con più Dop e Igp sono Emilia-Romagna e Veneto: rispettivamente 45 e 38.


Fico: una luce accesa sull'agroalimentare italiano

Sicuramente Fabbrica Italiana Contadina sarà uno dei grandi simboli e un forte punto di incontro, riferimento e aggregazione per il made in Italy alimentare. Ecco le opportunità offerte ai partecipanti.


Agroalimentare: ecco chi è il nostro consumatore nordamericano

Colto, decisamente benestante, disposto ad aumentare i propri acquisti di made in Italy alimentare: questo il profilo di chi, in Usa e Canada, compra alimenti e bevande italiane. Un target ottimo che potrebbe essere sviluppato se i trattati internazionali non fossero di continuo oggetto di controversie politiche.