Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 02 Giugno 2020 - ore 10:00

PRIMO PIANO

Sana 2017: il non alimentare come nuovo orizzonte biologico

Venerdi 8 settembre parte la nuova edizione della rassegna bolognese. Le prime statistiche confermano il boom del bio, che oggi guarda a nuovi settori: profumeria, cosmesi, abbigliamento, ma anche petcare, sport, viaggi e, addirittura, automobili.


Confcommercio: 22 anni di spese tagliano la quota dei beni di consumo

La struttura di spesa, nel lungo periodo, si modifica con lentezza. Per coglierne i driver principali è opportuno, dunque, fare riferimento a momenti distanti nel tempo. Nell’arco considerato - 1995-2017 - si registrano mutamenti molto significativi e l’alimentazione, i tabacchi, il vestiario e le calzature perdono 4,5...


Accenture: la digitalizzazione del largo consumo produrrà 3.000 miliardi di convenienza

Il conto fatto dalla multinazionale della consulenza su 33 Paesi a economia avanzata si spiega con l'automazione degli acquisti ripetitivi che verranno orientati da sistemi intelligenti in grado di scegliere sempre il migliore rapporto qualità/prezzo, ma anche dalla personalizzazione e dalla maggiore diffusione del nol...


Iri, un panorama positivo per il biennio...Iva permettendo

Alle previsioni favorevoli contribuiscono le bizze della meteorologia, che stimolano l'acquisto di prodotti staglionali, il buon andamento dell'occupazione e soprattutto i nuovi stili alimentari. Minore ottimismo per il 2018, minacciato dalle clausole di salvaguardia.


I discount alle grandi manovre

Le vendite dei discounter rimangono molto in positivo.


GS1 Italy: i grandi specialisti vincono nel non food

I 13 settori monitorati dall'Osservatorio 2017 sono quasi tutti in positivo, a parte l'abbigliamento e le scarpe. In crescita gli altri, ma l'evoluzione è più moderata, sia nel quinquennio, sia nell'arco di 10 anni. In questo panorama spiccano le Gss, che non temono il commercio elettronico, mentre l'ipermercato perde.


Annuario Plma: i Mdd avanzano in Europa e in Italia

Nel 2016 la quota di mercato, nonostante le differenze, ha dato spunti interessanti soprattutto in Germania, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Polonia, Austria e Scandinavia. Si conferma però il divario fra il Nord e il Sud del Continente.


Migliorano i ritardi di pagamento, ma nel gioco europeo l'Italia perde

La situazione pagatoria della Gdo resta grave fra gennaio e marzo 2017, scontando ancora la recessione degli anni alle spalle. Però l'analisi Cribis autorizza un minimo di ottimismo. Il confronto con le altre grandi economie è purtroppo un tasto molto dolente.


Perché Amazon si mangia Whole Foods?

Jeff Bezos: "Sono milioni le persone che amano questo marchio, perché offre il meglio del cibo naturale e biologico e rende divertente mangiare sano. È stato capace di soddisfare e nutrire, per 4 decenni, i propri clienti e noi vogliamo che continui a farlo".


I giovani buttano il telecomando, specie nell'informazione

“L’èlite dei giovani (dis)informati”, ricerca di Pubblicità Progresso (PP), realizzata da Assirm e Ipsos, fotografa il cambio della dieta mediale delle nuove generazioni. Non soprende che Internet sia balzata in testa, ma stupisce invece che la Tv sia ormai totalmente appannata. Come si rifletterà tutto questo sul mond...


Moda accessibile e social in uno studio Digimind

Chi sono i leader? In particolare H&M e Zara. Buoni risultati ottengono però anche Bershka, Celio e Benetton. Attenzione però agli incidenti di percorso.


L'alimentare e i grandi formati sbancano il franchising

È uscita da pochi giorni la nuova edizione del rapporto condotto dall’ufficio studi di Assofranchising in tandem con l’Osservatorio permanente sul franchising. Si scopre che il food & beverage, inteso sia come vendita che come sommistrazione, è il primo in classifica.


Linkontro 2017: il futuro è “agile”

Si è conclusa ieri la 33esima edizione de Linkontro, il tradizionale appuntamento di Nielsen a Santa Margherita di Pula (CA) dedicato alla business community dei consumi.


Pet food: la Gdo rafforza nuovamente il suo primato

In un settore in crescita, la distribuzione moderna ha quote in continua aumento, nonostante la presenza delle grandi catene specializzate. I principali retailer mass market stanno lanciando insegne dedicate ai prodotti per animali.