Loading...
Aggiornato al: 21 Febbraio 2017 11:30
Successi e Strategie
Pedon investe 2 milioni di euro in nuovo magazzino automatico

Due milioni di Euro investiti, 7.500 metri cubi, 3.300 posti pallet e 7 piani di scaffalature, sono questi i numeri del nuovo magazzino totalmente automatizzato recentemente inaugurato da Pedon presso la sede di Molvena (VI). Un magazzino all’avanguardia per la soluzione realizzata che permette una gestione totalmente automatica degli imballi integrando la logistica e le operations.

All’interno della struttura è possibile gestire a sistema e a flusso le migliaia di varianti di packaging primario e secondario utilizzate nelle linee di produzione Pedon. L'innovativo sistema di stoccaggio permette una maggiore efficienza nella movimentazione, ottimizzando l'intero flusso produttivo in ottica Lean production e “just in time” e migliorando la sicurezza degli ambienti produttivi.

L’inaugurazione del nuovo magazzino rientra in un importante piano quinquennale di investimenti previsto da Pedon per l’ampliamento dello stabilimento vicentino e l’incremento della capacità produttiva.

Fondata nel 1984 dai tre fratelli omonimi, come azienda distributiva all'ingrosso di prodotti alimentari, Pedon è oggi presente capillarmente in tutti i moderni canali distributivi, sia con prodotti a proprio marchio, sia come private label per la GDO con oltre 100 linee a marchio privato e 3.000 referenze. Le aree di business, oltre a quella predominante dei cereali, legumi e semi, si diversificano nei preparati per dolci, funghi secchi, alimenti biologici e senza glutine. Punto distintivo e di forza del Gruppo Pedon è la rete globale di approvvigionamento, presente in 15 Paesi nei 5 continenti, che tramite la divisione Acos riesce a garantire nel tempo elevati livelli qualitativi ed il controllo totale delle filiere di approvvigionamento.

Il Gruppo Pedon oggi è il punto di riferimento a livello mondiale per la lavorazione, il confezionamento e la distribuzione di cereali, legumi e semi. Un'impresa di successo che vanta un fatturato di 100 milioni di euro in 45 Paesi (40% export) e impiega 600 persone con propri stabilimenti in Italia, Egitto, Etiopia, Argentina e Cina.

22 Novembre 2016
Articoli Correlati