Loading...
Aggiornato al: 22 Novembre 2017 17:30
Successi e Strategie
CIA-Conad chiude il 2016 con vendite a +3,5%

Risultati positivi per il 2016 di Commercianti Indipendenti Associati: in crescita le vendite alle casse dei negozi, a quota 1,45 miliardi di euro (+3,5% sul 2015) e quelle dalla Cooperativa ai soci, pari a 1 miliardo e 23 milioni di euro (+1%). Il patrimonio netto si consolida a 650 milioni di euro, mentre il valore aggiunto generato ha superato i 91 milioni di euro, incluse imposte e tasse (oltre 9 milioni di euro).


Nell’anno concluso sono stati investiti circa 41 milioni per attività di consolidamento e sviluppo della rete e dell’azienda. Il presidente Maurizio Pelliconi e l’amministratore delegato Luca Panzavolta presenteranno i dati di bilancio giovedì 18 maggio alle 15 alla Fiera di Forlì nel corso dell’assemblea dei soci. È prevista la presenza tra gli altri del Sindaco di Forlì Davide Drei, del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e dell’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese.

Commercianti Indipendenti Associati – una delle sette cooperative di dettaglianti del Consorzio Nazionale Conad – operava al 31 dicembre 2016 con 229 negozi articolati in quattro canali: Iper (3), Superstore (32), Conad (63) e City (131). La maggior parte dei punti vendita è in Romagna e San Marino (142), seguita da Marche (39), Veneto (26) e Friuli Venezia Giulia (22). Nel proprio territorio CIA-Conad ha una presenza di mercato del 12,4% (fonte: Nielsen). La base sociale a dicembre 2016 era di 165 società, con 535 soci persone fisiche.


Sono 6.500 complessivamente i lavoratori, tra cooperativa, società e negozi della rete, con una ampia prevalenza di occupazione femminile e l’utilizzo largamente maggioritario di contratti a tempo indeterminato. Da segnalare, tra le aperture del 2016, un Conad a Savignano (FC) e i superstore a Pesaro, in via del Novecento, e a Padova, in via Bronzetti. Prosegue il piano di sviluppo 2017-19 con investimenti per oltre 250 milioni di euro: previste una ventina di nuove aperture oltre a ristrutturazioni totali e parziali. Già svelati il Superstore Cava a Forli (14 febbraio) e il primo Conad a Osimo, in provincia di Ancona (27 aprile).

Sono 6.500 complessivamente i lavoratori, tra cooperativa, società e negozi della rete, con una ampia prevalenza di occupazione femminile e l’utilizzo largamente maggioritario di contratti a tempo indeterminato. Da segnalare, tra le aperture del 2016, un Conad a Savignano (FC) e i superstore a Pesaro, in via del Novecento, e a Padova, in via Bronzetti. Prosegue il piano di sviluppo 2017-19 con investimenti per oltre 250 milioni di euro: previste una ventina di nuove aperture oltre a ristrutturazioni totali e parziali. Già svelati il Superstore Cava a Forli (14 febbraio) e il primo Conad a Osimo, in provincia di Ancona (27 aprile).


Nel corso del 2016 le Carta Insieme più Conad Card utilizzate dai clienti erano 133.761 nel territorio di riferimento della Cooperativa (269.660 a livello nazionale) per un totale di 371 milioni di euro di spese. Tra i nuovi vantaggi per i possessori, va segnalata l’iniziativa “Sanità più veloce e meno cara”, che consente esami diagnostici, visite mediche e altri servizi sanitari con un’attesa di massimo 7 giorni lavorativi e l’applicazione di tariffe agevolate, grazie a una convenzione con nove strutture sanitarie private di eccellenza della Romagna, alle quali se ne sono aggiunte altre quattro negli ultimi mesi.

La Cooperativa e la rete dei negozi associati hanno confermato l’impegno a sostegno dei propri territori, con liberalità e sponsorizzazioni per un valore complessivo di circa 2 milioni, verso società sportive, enti di solidarietà, realtà in campo culturale. Da segnalare, oltre al progetto “I menù della salute a tavola” svolto con IOR e l’inaugurazione della biobanca dell’Irst di Meldola, anche la collaborazione con il CRO – Istituto nazionale tumori di Aviano (progetto “Salute con gusto”, su prevenzione primaria e corretti stili di vita) e la donazione di un apparecchio per la cura dei piccoli pazienti all’Ospedale Burlo Garofolo di Trieste. Lo sport si conferma settore di grande attenzione da parte del mondo Conad: non è mancato il sostegno alle realtà sportive professionistiche e giovanili, dal rugby al basket al volley (Ruggers Tarvisium, Romagna Rugby Football, Pesaro Rugby, Pallacanestro 2.015 Forlì, Rimini Crabs Basket, Volley Robur Costa e Volley Forlì). I negozi della rete hanno contribuito alla raccolta dei fondi per le popolazioni colpite dal terremoto che a livello nazionale ha consentito a Conad di destinare 2,3 milioni di euro.

23 Maggio 2017
Articoli Correlati