Loading...
Aggiornato al: 19 Febbraio 2019 09:22
Spot News
L’importanza della Ricerca & Sviluppo interna di OMIA per creare valore per il retail

Ogni giorno il laboratorio di Ricerca & Sviluppo OMIA si impegna nella formulazione di prodotti innovativi di qualità che soddisfino le esigenze di entrambi consumatori e rivenditori.

Nel 2009 il lancio della Linea Erboristica OMIA, con la mission di soddisfare le esigenze di consumatori sempre più informati e attenti alla qualità dei prodotti, trasforma il mercato ecobio italiano e i gusti del consumatore con prodotti innovativi che contribuiscono alla diffusione di nuove categorie nel mercato dell’ecobio cosmesi.

Il laboratorio di Ricerca & Sviluppo in-house ha da sempre un ruolo fondamentale in questo processo sia attraverso la formulazione di nuovi prodotti e al miglioramento delle formule già esistenti che tramite la scelta delle materie prime da utilizzare.

Tra le linee più innovative della marca, la Linea EcoBioVisage propone dal 2015 ben 13 referenze dermatologicamente testate e approvate AIDECO per la cura dei tre tipi di pelle viso più comuni. L’ultimo esempio in tema di innovazione aziendale è, invece, solo del 2018, quando il mass-market accoglie la nuova linea EcoBio Therapy per la cura dei capelli grassi o con forfora. Già leader nell’igiene e cura dei capelli ecobio, il Dipartimento R&S OMIA formula due shampoo dermo-specifici a base di oli essenziali con tensioattivi di origine naturale destinati al trattamento dei capelli. I risultati ottenuti e la grande richiesta dei prodotti da parte dei consumatori confermano ancora una volta che le formulazioni naturali dei cosmetici ecobio OMIA funzionano davvero e apportano benefici ai consumatori che li scelgono tutti i giorni.

Oltre alla costante innovazione delle formule, la scelta delle materie prime da utilizzare nelle formulazioni è una tematica a cui il Dipartimento di R&S OMIA destina molto tempo e dedicazione; partendo da un’attenta selezione degli ingredienti naturali da utilizzare nella formula fino ad arrivare alla scelta dei fornitori con cui instaurare relazioni di partnership. La scelta delle materie prime ha una connessione diretta nell’impatto ambientale del prodotto in tutte le sue fasi: dalla produzione in laboratorio, all’utilizzo del prodotto nelle case dei consumatori fino allo scarto finale: “La maggior parte delle materie prime di origine vegetale e naturale utilizzate nella produzione, provengono da agricoltura biologica certificata, – afferma il Dott. Marco Angioletti, Direttore Ricerca & Sviluppo – OMIA gestisce 70 tipologie di materie prime che vengono analizzate al loro arrivo in stabilimento per verificarne il grado di purezza e garantire quindi al consumatore un prodotto in linea con le sue specifiche esigenze. Sono tanti gli accorgimenti tecnici su cui si fonda la qualità OMIA; per esempio l’acqua di processo subisce fino a 7 passaggi di filtrazione, purificazione e stabilizzazione per garantire la qualità di uno degli ingredienti principali dei prodotti cosmetici”.

La scelta di materie prime di origine naturale e vegetale certificate è solo uno dei valori “green” che il Dipartimento di R&S sostiene quotidianamente. Infatti, OMIA è “green” anche nei processi di produzione sostenibili per l’ambiente, nella progettazione dei packaging e nel rispetto per gli animali. Il processo di produzione prevede un impiego minimo di acque di lavaggio che in buona parte vengono recuperate, pastorizzate e utilizzate in nuove produzioni, riducendo così drasticamente l’impatto ambientale.

L’azienda lavora, inoltre, per ottimizzare la quantità e riciclabilità dei suoi imballaggi prediligendo, ad esempio, un packaging certificato FSC (Forest Stewardship Council) proveniente da fonti gestite in maniera responsabile. Inoltre, le politiche sul rispetto degli animali e dell’ambiente sono avvalorate e comunicate con l’adesione allo standard Internazionale Cruelty Free e dalla certificazione Vegan Society.

Infine, tra i compiti del Dipartimento R&S, oltre alla finalizzazione della formulazione in laboratorio, c’è anche la fase di “industrializzazione”. Il reparto, infatti, durante il processo produttivo, rispetta tutti i protocolli di ecobio cosmesi, per i quali ICEA è il partner di certificazione. Su ogni lotto di produzione e in tutte le fasi di lavorazione, vengono eseguiti controlli chimico-fisici di routine (pH, Densità e viscosità) e, a fine lavorazione, viene effettuato il test microbiologico e il test per verificare la presenza di metalli pesanti (nichel, cromo e cobalto), spesso causa di reazioni cutanee molto evidenti nei tanti consumatori sensibili a questi elementi.

Il Dipartimento Ricerca & Sviluppo è il perno grazie al quale OMIA Laboratoires riesce ad essere trasparente con i suoi consumatori e a confermarsi il punto di riferimento sulla cosmesi naturale e biologica nel nostro paese.

11 Febbraio 2019
Articoli Correlati