Loading...
Aggiornato al: 29 Marzo 2017 17:00
Spot News
Continua il successo dell'azienda Bavarese Bergader.

Ottimi riscontri per Bergader, storica azienda casearia bavarese, nata a Waging nel 1902 che tra maggio e novembre ha lanciato sul mercato due nuove referenze che stanno regalando grandi soddisfazioni.

Ad incontrare per prime il favore di buyer, insegne e consumatori, subito dopo Cibus, sono state le Bergbauern Käse, saporitissime fettine in pratiche vaschette richiudibili, con contenuto di grasso naturale, senza lattosio e senza OGM. Si distinguono per gli aromi delle erbe montane, dati dal formaggio 100% bavarese, proveniente dai migliori allevamenti della filiera Bergader, con mediamente 25 capi di bestiame alimentati con foraggio da pascoli alpini ed ubicati ad un massimo di 30 km dal caseificio, ad oltre 800 m.

L’inverno ha invece salutato il lancio della Caciotta Bergader a peso fisso, un classico tra le specialità casearie che si distingue per il sapore delicato e il leggero sentore salato che la rendono un ottimo formaggio da portare in tavola, ma anche un validissimo ingrediente per molte preparazioni culinarie.
Realizzata esclusivamente con il latte fresco delle Alpi Bavaresi, la Caciotta firmata Bergader ha dimostrato di saper soddisfare i bisogni delle famiglie e dei single con la nuovissima confezione da 225 gr, consentendone un consumo nel breve tempo, ideale per conservare inalterate tutte le caratteristiche di questa specialità, ottenuta artigianalmente secondo la ricetta tradizionale che le conferisce una consistenza tenera e un gusto delicato inconfondibile, senza lattosio, dalla crosta edibile, senza glutine e conservanti.

Un successo dettato indubbiamente dalla qualità propria dei formaggi bavaresi Bergader, ma anche sulla capacità di comunicare al trade alcuni dei punti di forza di questi due prodotti, quali l’alto contenuto di servizio, la versatilità in cucina, la rispondenza ai gusti degli Italiani grazie ad una attenda analisi dello scenario nazionale e la buona marginalità garantita al retail, unitamente alla capillare capacità distributiva.








12 Dicembre 2016
Articoli Correlati