Loading...
Aggiornato al: 21 Novembre 2017 17:30
Sostenibilità
WWF e Bolton Alimentari annunciano una nuova partnership internazionale

WWF e Bolton Alimentari annunciano oggi il lancio di una nuova partnership internazionale, che ha l’obiettivo di migliorare la sostenibilità e la tracciabilità dei prodotti ittici. Un percorso di durata quadriennale, che coinvolgerà tutti i brand di Bolton Alimentari (Rio Mare, Palmera, Saupiquet) e si svilupperà in diversi paesi, con l’obiettivo di implementare una nuova strategia di approvvigionamento che porterà l’azienda a rifornirsi al 100% di materia prima pescata in modo sostenibile.

WWF e Bolton Alimentari lavoreranno fianco a fianco per trovare nuove soluzioni che portino l’industria ittica, ad adottare politiche di produzione e di approvvigionamento sempre più sostenibili. In particolare la partnership permetterà di aumentare la percentuale di prodotti ittici pescati in modo sostenibile, di garantire una migliore gestione delle fishery e di incrementare la trasparenza lungo l’intera catena di fornitura, sensibilizzando anche i consumatori sull’importanza della pesca sostenibile.
Alfred Schumm, WWF Director Fisheries, dichiara: “La partnership con Bolton Alimentari rappresenta, per il WWF, una grande opportunità per influire sul modo in cui le aziende dell’industria ittica operano e per stimolare un cambiamento positivo a livello globale, lungo tutta la catena di fornitura. Lavorando fianco a fianco e condividendo le best practice sulla sostenibilità, ci poniamo l’ambizioso obiettivo di trasformare questo importante settore, producendo un impatto positivo sulla salute degli oceani e migliorando la sostenibilità e trasparenza nel mercato dei prodotti ittici”.

Marina Nissim, Presidente di Bolton Alimentari, dichiara: ”Siamo convinti che un’azienda leader come Bolton Alimentari abbia la responsabilità di impegnarsi per la sostenibilità della pesca e la salvaguardia della salute degli oceani. In questo contesto, la collaborazione con un’importante organizzazione come WWF è la testimonianza concreta della nostra volontà di intraprendere delle azioni strutturate di lungo termine che possano guidare il settore delle conserve ittiche verso nuovi standard di sostenibilità.”

La partnership tra WWF, la più importante organizzazione mondiale per la tutela dell’ambiente e Bolton Alimentari, azienda leader in Europa nel settore delle conserve di tonno, coinvolgerà diversi paesi e si focalizzerà sulle seguenti aree di azione: migliorare la sostenibilità lungo tutta la catena di approvvigionamento dell’azienda, aumentare la trasparenza e la tracciabilità per i consumatori.

Bolton Alimentari si impegna ad aumentare costantemente la percentuale di prodotti certificati provenienti da pesca sostenibile con l’obiettivo di avere entro il 2024, il 100% di tonno proveniente da aree di pesca certificate MSC o da solidi progetti di miglioramento della pesca (FIP – Fishery Improvement Projects), finalizzati all’ottenimento della certificazione MSC. L’azienda ha preso un impegno simile anche per le altre specie ittiche utilizzate per i propri prodotti, ovvero salmone, sgombro e sardine.

Bolton Alimentari, inoltre, è la prima azienda italiana produttrice di tonno e tra le prime al mondo ad aver ottenuto, da un ente terzo leader mondiale nel settore, la certificazione internazionale ISO 22005 per il suo sistema di tracciabilità all’avanguardia. Questo sistema permette di ricostruire la storia di ogni singola lattina di tonno commercializzata dall’azienda, dal punto vendita fino alla nave e all’area di pesca dove il tonno è stato pescato. Al fine di migliorare ancora di più la trasparenza dei propri prodotti, Bolton Alimentari si è impegnata ad estendere questo sistema di tracciabilità anche alle altre specie commercializzate quali salmone, sgombro e sardine.

06 Giugno 2017
Articoli Correlati