Loading...
Aggiornato al: 22 Novembre 2017 17:30
Real Estate
Scalo Milano: in cantiere la fase 2

Scalo Milano, lo shopping village inaugurato a fine 2016 a Locate Triulzi, alle porte di Milano, dopo i primi 6 mesi di attività dà il via alla seconda fase di sviluppo.
La nuova area commerciale, il cui cantiere partirà nei prossimi giorni, si concretizza con un’espansione di ulteriori 3.600 mq che porterà la superficie complessiva a 35.000. L’obiettivo è di arrivare, per step successivi nei prossimi 2 anni, a 60.000 mq totali.

L’offerta commerciale, che oggi conta 130 brand, vedrà nella seconda fase l’integrazione di altri 25 marchi dedicati alla moda – previsti in apertura entro il primo semestre 2018 – e che faranno salire gli store a 155, sui 300 previsti a fine progetto.

Lo shopping village di Gruppo Lonati e Promos, che ha comportato un investimento iniziale di 200 milioni di euro ha vari punti di forza: nella food court sono presenti 15 unità tra caffè e ristoranti e l’eccellenza è rappresentata dal Restaurant Lounge Bar Aromatica, che propone per la prima volta in un mall esperienze di gusto che cambiano ed evolvono grazie a un palinsesto che alterna ogni mese chef stellati. Altri marchi ristorativi di richiamo sono, tanto per citarne alcuni, Rossopomodoro, La Piadineria, Panindurini, Roadhouse, Spontini.

La vera punta di diamante è il ‘Design District’, il primo distretto all’interno di uno spazio retail che propone un’offerta di altissimo livello nel settore dell’arredamento made in Italy con 22 brand – tra cui Alessi, B&B, Calligaris, Cassina, Frau, Kartell, Vitra - racchiusi in un vero e proprio hub.
Il progetto, situato in una delle aree italiane più densamente popolate e con i più alti indici di prosperità, si propone di andare a coinvolgere non solo i residenti - 1,9 milioni nel raggio di 30 minuti, 7,3 nei 60 e 12,2 nei 90 minuti -, ma anche i turisti in visita a Milano e provincia, che si concretizzano in circa 13,6 milioni di presenze annue.

“Per uno shopping village come questo i turisti sono un segmento molto importante – conferma il direttore, Guglielmo Cirillo – e, grazie al mix d’offerta proposto, siamo riusciti a conquistare anche i residenti nel raggio di 100 km che rappresentano, al momento, il 60% del pubblico. Tutte le attività che abbiamo lanciato negli ultimi tempi guadagneranno presto il consenso che ci aspettiamo e ci porteranno a superare le aspettative”.

Si stima che, tra gli stranieri saranno gli asiatici (Cina, Corea e Giappone) i principali fruitori per il comparto moda, mentre mediorientali e russi si orienteranno soprattutto sul design.

Molte le attenzioni ed agevolazioni che Scalo Milano ha pensato per i turisti con l’obiettivo di semplificare il più possibile gli acquisti: dal tax free, ai personal shopper multilingue, alla partnership con Global Tourist Service, che assicura spedizioni nazionali e internazionali dei prodotti acquistati, trasporto bagagli da/per gli aeroporti e servizio trasporto acquisti presso l’hotel dove soggiorna il cliente. Un ulteriore plus, offerto per la prima volta in un mall italiano, è costituito dagli Amazon Locker.

A partire da settembre 2017 Scalo Milano sarà molto attivo con una serie di attività di marketing: dalla partecipazione a fiere di settore al presidio dei mezzi di comunicazione, da tour appositamente dedicati a tour operator e agenzie di incoming italiane, fino all’attivazione di accordi con le principali strutture ricettive milanesi.


  • Uno dei principali punti di attrazione è il Design District

    Uno dei principali punti di attrazione è il Design District

  • Con 15 insegne la food court garantisce un'ampia scelta

    Con 15 insegne la food court garantisce un'ampia scelta

  • Marchi come Alessi, B&B, Calligaris, Cassina, Frau, Kartell, sono racchiusi in un vero hub

    Marchi come Alessi, B&B, Calligaris, Cassina, Frau, Kartell, sono racchiusi in un vero hub

11 Settembre 2017
Articoli Correlati