Loading...
Aggiornato al: 19 Settembre 2018 17:30
Real Estate
Opel Italia apre un concessionario virtuale a Elnòs Shopping

Un'esperienza innovativa che combina i punti forti dell'acquisto online con quelli dell'offline garantendo comodità, semplicità, immediatezza e sicurezza. Elnòs Shopping di Ikea Centers è il primo centro commerciale italiano a ospitare un concept di concessionario in store.

A scegliere lo shopping center è Opel Italia, che ha aperto a Roncadelle il punto concessionario virtuale CAYU (Car for You), gestito da Gruppo Barchetti, rivenditore multimarca attivo in Trentino Alto Adige, Veneto e Lombardia con oltre 40 sedi.

Umberto Mazzini, direttore del centro, spiega che “l’obiettivo di Elnòs, è di offrire sempre maggior valore ai clienti garantendo loro un'esperienza di shopping sempre più evoluta e completa. CAYU Brescia arricchirà la nostra proposta in linea con i quei principi tracciati dal fondatore di Ikea, Ingvar Kamprad, che ci guidano nell'offrire con semplicità e chiarezza una vita migliore al maggior numero di persone possibili".

Nel nuovo punto vendita 6 personal shopper accompagnano i clienti in tutte le fasi d'acquisto, supportati anche da Cayuki, un robot dotato di intelligenza artificiale, istruito per colloquiare con i visitatori, dando informazioni sui prodotti e sui servizi Opel.

Effettuato l'eventuale test drive, in un'area dedicata all'esterno del centro, sarà possibile configurare nel dettaglio, con apposito monitor touch, la propria auto, definire il preventivo e finalizzare l'acquisto, attraverso una piattaforma online progettata secondo le logiche del mondo e-commerce.

Il cliente potrà così scegliere e acquistare la vettura in pochi semplici passaggi, partendo dal budget ipotizzato, modificando e variando liberamente i parametri d'interesse, fino a raggiungere l’equilibrio desiderato in relazione all'auto, che gli sarà consegnata in pochi giorni.

Se Elnòs è sicuramente una piazza ideale, con i suoi 88.000 mq di superficie, circa 150 negozi su 2 livelli e 8,3 milioni di visitatori registrati nel primo anno di attività (dal 22 settembre 2016 al 22 settembre 2017) l’idea di vendere anche auto nelle grandi superfici, come ipermercati e shopping center, non è certo nuova.
Quello che oggi è cambiata è tuttavia l’attitudine del cliente, disposto a orientarsi verso modalità che integrino online e offline.

Secondo il sondaggio L’acquisto on-line dell’automobile, condotto da Ipsos su iniziativa di AgitaLab, nel mese di dicembre 2017 - attraverso 800 interviste su un campione rappresentativo della popolazione che aveva acquistato un’auto nei 3 anni precedenti - oltre 1 italiano su 2 si dichiara propenso all’acquisto della propria auto online, con una forte concentrazione delle preferenze da parte dei 35-45enni.

Nonostante questo dal rapporto emerge che l’online non va a sostituire il rapporto “fisico”, ma anzi, va a completare e migliorare l’esperienza del cliente, che riesce a informarsi su più canali e più livelli effettuando scelte più consapevoli.

Il rapporto diretto rimane quindi, secondo Ipsos, un aspetto indispensabile: oltre 9 automobilisti su 10 ritengono irrinunciabile il dialogo personale con il concessionario.

12 Marzo 2018
Articoli Correlati