Loading...
Aggiornato al: 17 Ottobre 2018 11:00
Real Estate
Immobili retail: è ancora forte l'interesse per l'Italia

Gli investimenti in immobili retail sono stabili in Europa, ma si tratta di un andamento che sottintende una positività in parecchie nazioni, come spiega un rapporto di Bnp Paribas Real Estate riferito al primo semestre del 2018.

Anche nel nostro Paese “la performance, in termini di volumi di investimento, è in linea con il dato della prima metà del 2019 – afferma Cristiana Zanzottera, responsabile dell’ufficio ricerca della filiale italiana del gruppo -. Parliamo di 1,2 miliardi di euro, un livello superiore del 60% alla media semestrale quinquennale e del 50% a quella semestrale decennale”.

Da noi, come altrove, il comparto mostra segnali di profondo cambiamento e tendenze contrapposte: da un lato la crescita dell’e-commerce, che non ha bisogno di sedi particolarmente prestigiose ma, piuttosto, di snodi logistici e, dall’altro, la globalizzazione, con lo sbarco di fortissimi marchi esteri.

“Gli operatori diventano sempre più selettivi, non solo nel segmento dei centri commerciali, ma anche in quello delle grandi vie commerciali, e pongono un’attenzione crescente agli elementi basilari dei prodotti, in modo da pagare il giusto prezzo per ogni operazione. In generale – continua Zanzottera - l’interesse per il retail italiano rimane forte ed è testimoniato anche dalle operazioni realizzate da prestigiosi gruppi internazionali per entrare nel mercato, soprattutto a Milano, con punti vendita all’avanguardia”.

In Europa il segmento degli immobili commerciali resta il secondo più importante del mondo immobiliare - dopo quello degli uffici - con 58 miliardi di euro. A metà anno, nonostante un modesto “calo di peso”, i volumi transati si mantengono al di sopra della media degli ultimi 10 anni.

Tra i principali Paesi registrano una flessione la Germania (-16%) e la Gran Bretagna (-10%). La Francia, invece, fa segnare un +57% specie per la vendita della futura sede dell’Apple Store sugli Champs Élysées, acquisita, secondo fonti giornalistiche, da Bvk, un fondo pensionistico tedesco, per la cifra record di 600 milioni di euro.

Per saperne di più scarica il rapporto da qui

24 Settembre 2018
Articoli Correlati