Loading...
Aggiornato al: 24 Settembre 2017 16:00
Notizia del Giorno
Tuodì-Dico: raggiunto accordo per la Cassa integrazione

TuodDì-Dico…a che punto siamo? Dopo la richiesta di concordato preventivo in continuità e dopo un incontro fra le parti al Mise, il 27 luglio, con il coinvolgimento dei sindacati - Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs -, si è tenuto, il 4 settembre, un nuovo confronto presso il Ministero del lavoro, che ha portato a concordare il programma di riduzioni salariali.

Il gruppo ha convenuto di anticipare la procedura di Cigs per un totale di 1.843 addetti che, secondo le stime, sarebbero poco meno del 50% dell’organico totale (i lavoratori diretti sono circa 4000).

Il provvedimento, della durata di un anno, riguarda innanzitutto le 640 persone che lavorano presso i 120 negozi che sono stati momentaneamente chiusi in varie regioni: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Valle D'Aosta e Veneto. Questi lavoratori passano a zero ore.

Inoltre la cassa integrazione comporta anche, a rotazione, una riduzione media dell’orario pari al 20% per chi presta la propria opera nei punti vendita attivi.

Secondo quanto riportano ‘Il Sole 24 Ore’ e l’agenzia Agi è stata anche erogata la mensilità di agosto, mentre al momento è congelata la 14ma, oltre ai rimborsi fiscali legati alla presentazione dei modelli 730 e alla parte di retribuzioni maturate alla scadenza dell’11 luglio. Trattandosi di competenze che precedono la richiesta di concordato, a pronunciarsi sarà il giudice fallimentare.

Sul fronte della vendita non ci sono, al momento, novità, a parte quanto già trapelato a fine agosto, cioè la prospettiva di cessione di 7 supermercati liguri.

Ricordiamo che, a fronte di un giro d’affari di oltre 705 milioni di euro il gruppo presenta, sempre secondo le cifre riportate dal Sole, un’esposizione verso le banche pari a 230,6 milioni di euro, da rimborsare, quasi interamente, nell’arco di 12 mesi.

Un prossimo incontro fra le parti è già programmato, al Ministero del Lavoro, per il 19 settembre.

06 Settembre 2017
Articoli Correlati