Loading...
Aggiornato al: 15 Luglio 2019 17:30
Notizia del Giorno
Torino capitale del gusto in tavola da mercoledì 20

Apre mercoledì, 20 settembre per concludersi domenica 24, a Torino, Terra madre Salone del gusto, rassegna organizzata dal Comune, dalla Regione Piemonte, da Slow Food, in collaborazione con Ismea e Mipaaft. Numerosi i partner ufficiali, tra i quali Lavazza, Lurisia, Consorzio Parmigiano Reggiano, Pastificio Di Martino.

Food for Change è il tema dell’edizione 2018, a partire dal progetto stesso della manifestazione, fino ai contenuti delle conferenze e dei forum. “Questo perché – affermano gli organizzatori - riteniamo che il cibo sia il più potente strumento per avviare una rivoluzione lenta, pacifica e globale: se vogliamo cambiare il mondo, cominciamo dai piccoli gesti quotidiani, come la scelta consapevole delle materie prime che usiamo per realizzare le nostre ricette. Se lo facessimo tutti, vedremmo gli effetti sulla qualità e salubrità dei prodotti, sulla tutela degli ecosistemi e della biodiversità, sui mercati globali e la distribuzione delle risorse. Sulla vita di ogni giorno”.

La manifestazione internazionale dedicata al cibo buono, pulito, giusto e sano, si rimodella quest’anno per dare ancora più spazio alle centinaia di migliaia di visitatori e agli espositori e delegati provenienti da tutto il mondo.

L’intento è di coinvolgere ancora di più tutti nella cinque giorni: come già era accaduto in larga parte nel 2016, l’intera città di Torino, sarà teatro di un generoso fourisalone con oltre 200 eventi nei quartieri.

Lingotto Fiere, la sede, accoglierà due tra le più significative novità del Salone 2018: le 5 grandi aree tematiche #foodforchange, costruite insieme ai delegati della rete di Terra Madre, attivi in 160 Paesi, e le cucine di strada con le birre artigianali, allestite nell’adiacente spazio esterno per consentire ai visitatori di fruirne anche dopo la chiusura serale dei padiglioni.

Altra sorpresa è l’area B2B, organizzata da Slow Food, Camera di commercio di Torino, Università di Scienze Gastronomiche e Foodscovery, in collaborazione con Enterprise Europe Network, la più grande rete al mondo di supporto alle Pmi, attiva in 66 Paesi.


Per saperne di più vai al sito del salone

17 Settembre 2018
Articoli Correlati