Loading...
Aggiornato al: 25 Giugno 2017 16:00
Notizia del Giorno
Gdo: Mediobanca incorona il canale discount

La Gdo italiana è cresciuta, nei quattro anni dal 2010 al 2014 dell’1,5%, con una flessione quasi speculare (-1%) negli ultimi dodici mesi di rilevazione. A dirlo è l’area studi di Mediobanca nel focus R&S di settore rilasciato ieri, 8 marzo. Sotto la lente dell’istituto sono finiti i bilanci di 6 gruppi: Eurospin, Esselunga, Carrefour Italia, Auchan-Sma, Coop, e Canova 2007, alias gruppo Finiper (Iper la grande I e Unes).

“Il record di crescita delle vendite dal 2010 spetta ai discount di Eurospin Italia (+48,7%) – scrive Mediobanca - seguita da Esselunga (+10,7%); non si arresta nel 2014 la caduta dei gruppi francesi: dal 2010 Carrefour ha ceduto il 19,1%, Auchan-SMA il 13,7%. Anche nel 2014 Eurospin (+6,3%) è cresciuta più di Esselunga (+1,2%) e il suo fatturato (4,1 miliardi) si avvicina a quello dei gruppi francesi (4,6 miliardi). Esselunga è ancora lontana a 6,9 miliardi. Le difficoltà dei gruppi francesi sono evidenti anche nella caduta dei ricavi per mq: -17,1% per Carrefour, -15,2% per Auchan-Sma”.

“Esselunga si conferma il gruppo più efficiente, con 16.000 euro di vendite per metro quadrato, ma la società più redditizia è Eurospin Italia, con un roe nel 2014 pari al 24,2% contro il 13,6% di Esselunga e utili al 5,8% dei ricavi contro il 4,9% di Esselunga. Il sistema delle maggiori Coop ha chiuso il 2014 con un fatturato aggregato a 11,2 miliardi, in perdita operativa (-0,2% il mol sul fatturato), ma con un risultato corrente (2,6% del fatturato), grazie al contributo della gestione finanziaria (2,8% del fatturato). Sei delle undici società dell'aggregato Coop hanno chiuso il 2014 con una perdita operativa”.

La rilevazione non è andata giù a Carrefour, che in una nota ha fatto rilevare come l'ufficio studi abbia sbagliato a definire il periodo come "ultimo quinquennio", in quanto non è aggiornato all'esercizio 2015, nel quale il colosso francese ha fatto registrare una crescita delle vendite italiane (a tassi correnti) pari al +5,2%. "Questo dato - conclude la nota - è il migliore tra quelli registrati da Carrefour nei Paesi europei".

Per saperne di più scarica da qui il Focus R&S Mediobanca

09 Marzo 2016
Articoli Correlati