Loading...
Aggiornato al: 17 Dicembre 2018 00:00
Notizia del Giorno
Cibus 2018: l'export è sempre più strategico

Il settore alimentare italiano continua a crescere e presenterà i risultati raggiunti e le proposte per il futuro alla fiera di riferimento, Cibus 2018, a Parma dal 7 al 10 maggio, organizzata da Fiere di Parma e Federalimentare.

Il giro d’affari dell’industria food ha raggiunto 137 miliardi di euro, mostrando una crescita del 3,8%; l’export però sale di oltre il 6% e ormai vale complessivamente più di 41 miliardi di cui 32 di prodotti finiti (dati 2017, Federalimentare e Osservatorio CibusExport).

Con i consumi interni ancora deboli, l’estero diventa sempre più strategico. Le vendite crescono in tutte le aree geografiche, si registra finalmente un recupero di Russia, Spagna e Sud America, mentre si mantiene estremamente sostenuto il trend verso il Nord America e l’Asia.

Le merceologie che si comportano meglio sono formaggi, salumi, dolciario e spumanti, ma mostrano tassi di sviluppo molto interessanti anche le farine speciali, i preparati gastronomici e dietetici, i distillati e le acque minerali.

Spiega Antonio Ferraioli, vicepresidente di Federalimentare: “Siamo nell'anno che celebra il cibo italiano e i dati di settore appoggiano pienamente l'importante investitura. Dopo un 2017 che si è lasciato finalmente alle spalle la crisi, infatti, anche per il 2018 l'agroalimentare sembra confermarsi il motore trainante dell'economia italiana, crescendo di più e meglio di altri comparti ed è proprio per questo che la valorizzazione e la promozione del nostro made in Italy deve essere centrale non solo nelle politiche italiane, ma anche a Bruxelles, dove si giocano le battaglie su cui si decide la nostra competitività".

Alla 19° edizione di Cibus saranno 3.100 gli espositori presenti (+100 rispetto al 2016) su più di 135.000 mq (con un incremento di 5.000 mq rispetto all’edizione 2016 grazie alla realizzazione di un nuovo padiglione temporaneo). Sono attesi 80.000 visitatori professionali, di cui il 20% dall’estero, e, tra questi, 2.500 top buyer. Arriveranno circa 1300 giornalisti in rappresentanza dei maggiori quotidiani e tv nazionali oltre che delle testate specializzate.

Mille nuovi prodotti saranno esposti a Cibus e una selezione dei 100 più innovativi sarà presente nel Cibus Innovation Corner, una nuova area di esposizione e incontri.

Fra le molte tavole rotonde, convegni, seminari e workshop, Cibus sarà l’occasione per fare il punto sulle tematiche più rilevanti: biotecnologie e ricerca scientifica nell’alimentare; innovazione e sostenibilità; prevenzione degli sprechi alimentari; fake news nell’alimentare; promozione all’estero dei prodotti italiani e la piaga dell’italian sounding; punto vendita fisico e vendita on line; le frontiere del marketing nei punti vendita; i novel foods (insetti e carne coltivata); dove va il packaging; gli chef come influencer e altro ancora.

Il fuori salone in città, Cibus Off, si terrà dal 5 al 13 maggio, in piazza Garibaldi a Parma, e si integrerà nell’organizzazione delle attività di promozione di “Parma City of Gastronomy”.

11 Aprile 2018
Articoli Correlati