Loading...
Aggiornato al: 19 Dicembre 2018 15:00
News
Sanpellegrino punta su crescita sostenibile ed economia circolare

Sanpellegrino ha presentato il report sulla creazione del valore condiviso che evidenzia gli impegni presi dall'azienda su sostenibilità del packaging, attenzione all’impatto ambientale e ottimizzazione dei processi industriali.

Per quanto riguarda il packaging, sono state risparmiate oltre 6.000 tonnellate di PET negli ultimi 10 anni. Inoltre è stata la prima realtà in Italia a utilizzare il PET riciclato aumentandone progressivamente l’impiego: nel 2017 sono state usate 3.200 tonnellate di PET riciclato per produrre le bottiglie di Nestlé Vera, che ne contengono tutte oltre il 20%.

Sanpellegrino ha anche utilizzato materiali di imbottigliamento di origine vegetale, come il Bio-PET prodotto a partire da eccedenze di canna da zucchero, che consente di offrire una bottiglia 100% riciclabile, leggera, infrangibile, perfettamente igienica e adatta anche al gasato. In particolare, nell’ultimo anno sono state utilizzate circa 700 tonnellate di Bio-PET per Levissima.

Inoltre, nel 2017 il Gruppo ha risparmiato 115 milioni di litri d’acqua rispetto al 2016 e ha ulteriormente ridotto il consumo di acqua nei processi produttivi a 1,76 litri per litro imbottigliato (-2,2% rispetto al 2014). Sul fronte dell’attenzione all’impatto ambientale, invece, dal 2011 tutti gli stabilimenti utilizzano il 100% di energia elettrica acquistata da fonti rinnovabili, mentre le emissioni di CO2 sono diminuite del 50% negli ultimi 7 anni.

11 Ottobre 2018
Articoli Correlati