Loading...
Aggiornato al: 19 Settembre 2018 12:30
Mercati
Biscotti: salutistico e “free from” trainano il comparto

Il comparto, già da qualche anno, mostra una certa stabilità: «il mercato dei biscotti – afferma Alessandra Balocco, direttore marketing di Balocco – sta vivendo da alcuni anni un andamento altalenante. Nel lungo periodo si mostra praticamente flat per quanto riguarda le vendite a volume, mentre a valore segna una piccola contrazione (-0,4%, at novembre 2017, dati Nielsen) dovuta principalmente all’incremento dell’uso della leva della price promotion».

Il successo dei funzionali
Se il segmento dei prodotti convenzionali non registra trend positivi, quello del salutistico e del “free from” è invece più dinamico: «la domanda di biscotti con valenze salutistiche e claim nutrizionali particolari è in forte crescita. – sottolinea Francesca Rognoni, marketing manager di Farmo – Un prodotto che risponde a specifiche esigenze dietetiche, però, non può prescindere dall’essere anche un prodotto buono che appaga la golosità: ecco perché i frollini più graditi sono sempre quelli che contengono le gocce di cioccolato. I nostri Frollini al Cioccolato Dark da 400 g e i frollini Dark monodose sono, infatti, molto apprezzati». Bene anche le referenze senza olio di palma e i frollini integrali «che guadagnano quote e volumi, con crescite sia per l’innovazione di prodotti a base di farine speciali che di ingredienti naturali. Crescono anche i segmenti dei prodotti senza zucchero e senza glutine» dichiara Alessandra Balocco.

Novità a scaffale
L’anno in corso ha visto l’arrivo nella grande distribuzione di alcune novità, che rispondono alle esigenze dei consumatori attenti al proprio benessere e a un’alimentazione più equilibrata. «La nostra principale novità 2017 – racconta, ad esempio, Ezio Pinto, responsabile marketing di Di Leo – è l’upgrading della linea Fattincasa, che oggi garantisce la totale assenza di frutta a guscio per tutti coloro che ne sono allergici. La nuova ricetta prevede, inoltre, un bassissimo contenuto di sale e l’impiego della farina di tipo 1, meno raffinata e più ricca di sostanze nutritive. Nelle ricette dei Fattincasa Completo e Vivisano senza zucchero con soia, abbiamo introdotto rispettivamente curcuma e zenzero». Assortimento arricchito anche in casa Farmo, che ha sviluppato ricette con farine di legumi aumentando il contenuto di fibre e proteine, diminuendo il contenuto di grassi e abbassando l’indice glicemico. Novità in arrivo, infine, per Balocco che – dopo aver eliminato l’olio di palma dai propri prodotti nel 2016 – quest’anno ha lavorato sulla formulazione di nuove referenze, il cui lancio è previsto per il 2018. «Stiamo lavorando, in particolare, su due fronti: l’offerta dedicata ai bambini, per i quali lanceremo a inizio anno due frollini con ricette golose e il supporto di licenze a target kids, e il mondo healthy» spiega Alessandra Balocco.

Come parlare al consumatore
Per dare massima visibilità ai propri prodotti, evidenziandone caratteristiche, valori e qualità, i player del settore destinano grandi investimenti in comunicazione coinvolgendo numerosi media e realizzando diverse attività. «Noi di Farmo – afferma Francesca Rognoni – utilizziamo il canale delle fiere e siamo attivi sulle riviste di cucina; collaboriamo con food blogger e ci stiamo impegnando nella creazione di ricette curiose con i nostri prodotti senza glutine». Particolarmente articolata anche la strategia di Di Leo, attiva sia con i media classici (tv, affissioni, stampa) che con quelli digitali (soprattutto i social network). L’azienda ha avviato, inoltre, il progetto “E tu, di che colazione sei?” con attività di instore promotion dove i consumatori, oltre alle degustazioni, riceveranno una consulenza nutrizionale gratuita. Tv e web, infine, sono i mezzi maggiormente usati da Balocco: a settembre è stata lanciata la campagna televisiva “Buoni da Generazioni”, le cui storie raccontano la complicità tra il Signor Balocco e il nipotino; sul fronte del digital marketing, invece, sono state create comunicazioni veicolate tramite il sito internet e i social network, che prevedono anche concorsi mirati.

Biscotti ecosostenibili
Importanti investimenti vengono dedicati anche all’adozione di misure eco-friendly, che riguardano sia i siti produttivi che le confezioni dei frollini. «Tutti i nostri pack – racconta a questo proposito Alessandra Balocco – sono realizzati con un incarto riciclabile nella carta e vi riportiamo sopra le indicazioni per un corretto smaltimento degli imballi. Il nostro stabilimento, inoltre, è dotato di un moderno impianto fotovoltaico che ci consente di produrre energia rinnovabile». Filosofia green anche per Di Leo, che realizza packaging riciclabili e stampa i propri cataloghi trade su carta riciclata. «Prediligiamo prodotti a km 0 e, tramite un accordo con Coldiretti Basilicata, abbiamo iniziato a impiegare grano della varietà Bramante, seminato e coltivato da una cooperativa locale nella provincia di Matera per la produzione dei biscotti Fattincasa Gusto Equilibrato. Ricordiamo, inoltre, il progetto “All’orango io ci tengo” con il quale abbiamo devoluto l’1% delle vendite dei biscotti (quasi 50.000 euro) per la salvaguardia dell’habitat degli orango tango dell’isola di Sumatra» dichiara Ezio Pinto.


Stefania Colasuono

19 Dicembre 2017
Articoli Correlati