Loading...
Aggiornato al: 23 Giugno 2017 10:00
Intervista
Ekom: il successo crescente di un discount “supermercatizzato”

Con Ekom, format nato nel 1993, il gruppo Sogegross ha realizzato un’importante scelta strategica, con un ulteriore sviluppo nelle regioni del Nord Ovest e la costante diversificazione dei canali di vendita, con un modello di discount assolutamente innovativo. Conclusa la fase di “assestamento” l’insegna è pronta a partire, con un rinnovo dei layout di vendita e aperture ex-novo in tutto il nord ovest. Ce ne parla il Direttore Generale Giuseppe Marotta.


Dott. Marotta come sarà la crescita del gruppo Sogegross nei prossimi anni e in particolare dell’insegna Ekom di cui lei è stato chiamato ad occuparsi?
La nostra crescita sarà dovuta principalmente a tre fattori d’intervento; lo sviluppo con un importante piano di aperture per i prossimi anni, la ristrutturazione della rete di vendita, e la riallocazione in nuove location dei negozi basso performanti.
Inoltre a supporto di tutto il lancio del nuovo format.

Lei vanta una lunga esperienza nella gdo/gds con alle spalle esperienze in Carrefour, Pam e Uniero. Che cosa si aspetta da questo nuovo incarico e quali obiettivi si è dato?
Sicuramente nuovi stimoli dal punto di vista manageriale, la possibilità di mettere a frutto la mia esperienza grazie al supporto e alla solidità dell’azienda che ha deciso d’investire su un canale con grandi potenzialità di crescita nei territori dove siamo presenti.

Quali sono le strategie di Ekom a medio-lungo termine?
La riqualificazione della rete grazie all’applicazione del nuovo Format, e al nuovo Brand, un piano di espansione importante sulle regione dove siamo presenti, e attenta analisi delle offerte e del servizio dato ai nostri clienti che dovranno portare il nostro brand ad un miglioramento delle quote di mercato.

Pensate e nuove aperture? In quali aree?
Ekom da quasi 1 anno ha intrapreso un importante cammino di ristrutturazione della propria rete. Partendo dai punti vendita esistenti che necessitavano di un restyling sia in termini di comunicazione interna che di format espositivo. L’azienda dal punto di vista delle aperture è in forte sviluppo, sia con nuove aperture che tramite acquisizioni. Questo è un processo necessario per contrastare sia la congiuntura dei consumi non favorevole, che una concorrenza sempre più attenta. Il nostro è uno sviluppo ponderato, basato su precise analisi territoriali. Le aree che maggiormente ci interessano sono quelle della nostra regione di appartenenza ( la Liguria ) dove riteniamo ci siano ancora margini per realtà come la nostra che non necessitano di grosse superfici e in aree attigue come Piemonte o Emilia.

Come mai non avete neanche un punto vendita nel sud italia?
Lo sviluppo per un azienda come la nostra è fondamentale per la crescita ma allo stesso tempo è necessario porre la massima attenzione alle location scelte.
Un investimento su un area sbagliata può compromettere molto. La nostra è una realtà Ligure che nel corso degli anni ha sviluppato la propria rete nelle regioni limitrofe: Piemonte, Emilia soprattutto. Il controllo della rete e della qualità dei prodotti e della sua freschezze è fondamentale e noi consegnano regolarmente i nostri prodotti ogni giorno dai nostri centri distributivi. Questo oggi non sarebbe possibile e sostenibile con aperture al centro sud.

In Italia il canale discount è presidiato da insegne molte forti quali Lidl e Md. Voi su cosa puntate per distinguervi dai competitor?
Il nostro è un discount che per tradizione è sempre stato atipico, oggi si direbbe un discount “supermercatizzato”. Nei nostri negozi da sempre sono presenti reparti freschi come l’ortofrutta, la macelleria e la gastronomia, molti di questi terziarizzati per garantire maggior freschezza e presenza di localismi, che ci contraddistinguono e vengono sempre più apprezzati dalla nostra clientela. Il nostro è un format semplice cha va dai 400 ai 1200mq con un ricco assortimento anche di prodotti di marca che oggi sono quasi il 24% del nostro assortimento, e prodotti specifici per intolleranze alimentari.
Grande attenzione anche al mondo biologico e forte focus sui prodotti locali.

Di recente avete rinnovato il sito web. Quanto è importante per voi la comunicazione verso il consumatore finale e perché?
Siamo partiti da poco con il sito www.ekomdiscount.it per fissare la nostra presenza anche sul canale web dove fino a ieri non eravamo presenti. È proprio perche riteniamo questo veicolo di comunicazione molto importante che abbiamo deciso di realizzare un sito, molto semplice e chiaro e facilmente fruibile da tutti i dispositivi. È doverosa al giorno d’oggi la presenza sul web. E proprio per questo il sito è solo un piccolo ma importante passo a cui ne seguiranno in futuro altri come la pagina facebook, a sottolineare la nostra presenza sui social.


Stefania Lorusso

26 Gennaio 2016
Articoli Correlati