Loading...
Aggiornato al: 20 Luglio 2019 10:00
Finanza
M-Cube cresce con l'acquisto di Stentle e Carlipa

M-Cube Digital Engagement, gruppo italiano leader nella realizzazione di soluzioni audiovisive per il marketing in store, partecipato dal 2017 dalla holding di investimento francese Hdl Europe, espande la propria offerta con l'acquisizione del 66% del capitale di Stentle, startup creata per intercettare i trend evolutivi in ambito retail.

L'operazione si inserisce nella strategia di crescita a livello internazionale che M-Cube sta portando avanti dalla sua creazione a Trieste nel 2001.

Fondata e guidata dall’amministratore delegato Alexio Cassani, Stentle ha lanciato la piattaforma Just Commerce, un kit di strumenti come servizi cloud e app mobile per le catene retail.

Le soluzioni di Stentle permettono di supportare il personale del punto vendita in tutto il processo commerciale, dal riconoscimento del cliente fino al percorso personalizzato, che ripropone le logiche del mondo online all'interno del negozio fisico.

"L'ingresso nel Gruppo M-Cube - commenta Cassani - ci ha convinto fin dal primo giorno in quanto per una startup rappresenta l'opportunità tanto attesa di accedere a un mercato internazionale, accelerando fin da subito le vendite e rendendoci più solidi sia nei confronti dei clienti che dell'organizzazione interna".

Afferma Manlio Romanelli, amministratore delegato di M-Cube: "Con questa operazione il nostro gruppo affronta la crescente domanda del mercato di trasformare la visita del consumatore all'interno del negozio in un'esperienza sempre più unica, con il duplice obiettivo di farlo sentire riconosciuto e coccolato e di moltiplicare le opportunità di acquisto".

Stentle mantiene l’autonomia operativa sotto la gestione di Alexio Cassani. Manlio Romanelli sarà presidente della società e Massimo Ceola direttore commerciale.

Inoltre oggi, 18 febbraio, M-Cube ha annunciato di avere ha concluso un’ulteriore operazione e, attraverso M-Cube France, ha acquisito il 100% di Carlipa, storica azienda francese leader nel digital signage e multimedia communication solutions con sede a Parigi.

L’azienda, con a capo Anthony Verdureau, è attiva sul mercato dal 2002 ed è diventata presto leader sul mercato francese per la comunicazione in-store: seguendo una crescita simile a M-Cube in Italia, oggi conta 12.000 punti vendita gestiti nel mondo per oltre 100 brand clienti tra cui spiccano grandi gruppi del mondo fashion luxury. Fra gli altri: Louis Vuitton, Dior Couture, Richemont La Valle, Maison du Monde, Lacoste, Monoprix, Orpi.

Con oltre 18.000 installazioni audio e video digitali, M-Cube è leader in Europa nella digitalizzazione del retail. Con sedi a Milano, Trieste, Londra e Parigi, succursali operative a Shanghai e New York e una consolidata rete di partner, M-Cube conta oggi con un portafoglio clienti di oltre 100 marchi operanti in 85 Paesi nei settori della moda, del lusso, della Gdo, della finanza, della ristorazione e dell’automotive.

L’azienda, fra l’altro, ha realizzato progetti per Aspiag-Despar Nord-Est, Gruppo Benetton, Bata-Aw-Lab e Brian & Barry.

18 Febbraio 2019
Articoli Correlati