Loading...
Aggiornato al: 20 Settembre 2017 17:30
Finanza
Barilla investe altri 50 milioni sui sughi

Barilla annuncia un investimento da 50 milioni per l’ampliamento dello stabilimento di sughi per la pasta situato a Rubbiano, in provincia di Parma, inaugurato nell’ottobre del 2012. Grazie all’ampliamento, il nuovo polo diventerà, nel proprio settore, il più grande ed efficiente d’Europa e uno dei più sostenibili al mondo.

L’operazione vedrà un incremento dell’occupazione stabile, a regime, di circa 60 persone. Il progetto è stato comunicato alle organizzazioni sindacali, che saranno direttamente coinvolte nel percorso di confronto sullo sviluppo del sito, che si prevede sarà completato e operativo entro il 2018.

Oggi lo stabilimento produce la gamma dei sughi rossi e quella dei pesti e pestati. Il nuovo piano consentirà di estendere la produzione anche a tutte le ricette con carne.

“Sarà una fabbrica totalmente integrata, progettata internamente e coerente con la strategia aziendale del ‘Buono per te, Buono per il Pianeta’ - spiega Carlo Carteri, responsabile degli stabilimenti pasta e sughi in Europa -. Sarà caratterizzata da impianti e tecnologie innovative, robotizzate e digitalizzate, in linea con le logiche dell’Industria 4.0 e perciò in grado di innalzare ulteriormente i già alti livelli di qualità e sicurezza del prodotto, coniugando gli aspetti di efficienza e flessibilità, anche attraverso un sofisticato sistema di tracciabilità”.

A nemmeno 5 anni dall’inaugurazione dello stabilimento sughi, realizzato con un budget inziale di 40 milioni di euro, la risposta dei consumatori è stata entusiastica e i volumi dei prodotti Barilla sono aumentati, al consumo, di una percentuale cumulata di oltre il 45%. Oggi le vendite sono destinate per il 75% della produzione all’export, in particolare in Europa.

Presente in questo mercato dal 1969, la multinazionale parmense ha raggiunto la leadership del mercato in Italia e in altre nazioni europee come Francia, Germania, Grecia, Svizzera, Slovenia.

Da più di 3 anni il processo produttivo del polo di Rubbiano, attraverso la piattaforma digitale Guardatustesso, consente a tutti di accedere virtualmente al sito, per osservare il processo di lavorazione in ogni fase.

20 Febbraio 2017
Articoli Correlati