Loading...
Aggiornato al: 24 Settembre 2017 16:00
Estero
Galeries Lafayette-La Redoute: un matrimonio (multicanale) da 5,5 miliardi

Galeries Lafayette (GL) rileva il 51% de La Redoute e dà vita a un gruppo leader in Francia nelle vendite multicanali, con un fatturato aggregato di 4,5 miliardi di euro, destinato a salire a 5,5 miliardi entro il 2020.

L’operazione, annunciata giovedì 31 agosto, si svolgerà tramite Motier, holding del gruppo GL, e ha per obiettivo l’acquisizione al 100% del re della vendita a distanza (85% web e 15% app e social), che è, fra l’altro, l’unica dot.com francese con una solidissima presenza oltre confine (20 nazioni presidiate, fra le quali l’Italia).

Il nuovo gruppo, forte di due marchi iconici, sarà vicino alla propria tradizione nazionale, ma avrà una massa critica in linea con gli standard internazionali e opererà nei mercati, già oggi condivisi, della moda e del tessile casa, con rilevanti interessi nell’arredamento.

‘Grazie alla complementarietà dei canali, dell’offerta e del posizionamento – si legge in una nota – nascerà così il principale attore multicanale del mercato francese in termini di valori di vendita’.

Fondata nel 1928 a Robauix, La Redoute, è famosa per le proprie collaborazioni con gli stilisti e le case di moda, che le hanno permesso di portare nelle case dei clienti moltissimi capi di alto livello a prezzi accessibili.

Ceduta nel 2014 da Kering (allora Ppr) a Nathalie Balle e Eric Courteil, già dirigenti dell’azienda, La Redoute è stata letteralmente salvata dai due manager, per arrivare a un fatturato di 750 milioni di euro, 9 milioni di visitatori unici al mese, 10 milioni di clienti nel mondo.

‘Lo stile francese, l’attualità delle collezioni e l’esperienza di shopping di alta qualità dei due alleati – si legge – permetteranno a Galeries Lafayette di accelerare la propria trasformazione digitale e, a La Redoute, di consolidare il proprio futuro con i rendimenti assicurati da un gruppo storico, con un azionariato stabile. Sono naturalmente previste sinergie a livello di know-how, acquisti e sviluppo rete’.

Ricordiamo che Galeries Lafayette rappresenta, ancora più dell’acquisita, una pietra miliare nella storia della distribuzione non alimentare francese: fondato nel 1893, come laboratorio di confezioni di moda, il gruppo inaugura, nel 1912, il suo storico grande magazzino di Boulevard Haussmann. Da allora la strada è tutta in salita e oggi il fatturato ha raggiunto 3,8 milioni di euro, i clienti, online e off line, sono 1 milione al giorno, i negozi 280 tramite i marchi Galeries Lafayette, Bhv Marais, RQZ-Royal Quartz Paris, Louis Pion, Guérin Joaillerie, InstantLuxe.com e BazarChic.

Nathalie Balla et Eric Courteille, co-presidenti de La Redoute, resteranno al timone: “Questa operazione – commentano i due imprenditori – segna per noi l’inizio di una nuova era. Il legame con Galeries Lafayette ci fornisce i mezzi per un nuovo sviluppo sia in Francia, sia all’estero, con l’obiettivo di raggiungere, entro il 2021, 1 miliardo di fatturato”.

Clicca qui per vedere le cifre chiave di Galeries Lafayette

Scopri da qui i dati salienti del gruppo La Redoute


04 Settembre 2017
Articoli Correlati